Roberto Saviano insultato il primo maggio: il motivo

roberto saviano
Roberto Saviano (foto dal web) 

Roberto Saviano insultato e criticato sui social network, lo scrittore nel mirino per un post sul primo maggio

Da quando ha dato alle stampe ‘Gomorra’, di Roberto Saviano si parla spesso, nel bene e nel male. Lo scrittore napoletano è stato ripetutamente oggetto di critiche e anche nella giornata del primo maggio, festa dei lavoratori, arrivano su di lui numerosi strali.

Saviano ha postato così su Twitter: “Buon 1 maggio a tutti i lavoratori. Un augurio particolare a coloro chelavorano in missione (come il dottor Matt Oliva, che ridà luce agli occhi in Etiopia), che si spendono nei territori difficili dovendo sopportare la propaganda cialtrona che li etichetta come buonisti o élite”. In allegato al post, un video del suddetto medico impegnato in Africa. Ma la comunità social non ci sta e arrivano presto repliche cariche di insulti. Ecco alcuni dei commenti più caustici: “Un augurio grande a tutti i lavoratori, in particolar modo quelliitaliani, considerati ormai di serie B, che con orari spesso usuranti e salari non proprio dignitosi cercano di portare la pagnotta a casa”; “La mortalità degli italiani è aumentata perché non si possono permettere le cure. Di cosa vai vanificando dal tuo attico?”. E ancora: “Seduto su una poltrona da palcoscenico e con gli occhiali è facile additare i buoni e cattivi, difficile avere una visione nazionale e bilanciata”.