Max Verstappen nel 2020 alla Mercedes: ecco la risposta Red Bull

Max Verstappen (©Getty Images)

F1 | Max Verstappen nel 2020 alla Mercedes: ecco la risposta Red Bull

Continua il botta e risposta a distanza tra i box Mercedes e Red Bull a proposito del vociferato passaggio nel 2020 di Max Verstappen nel team dominatore delle ultime stagioni.

Se di recente il responsabile della scuderia di Stoccarda Toto Wolff ha ammesso di aver più volte avuto delle conversazioni con il papà dell’olandese specificando che si trattava di mere chiacchiere tra genitori con figlioletti piccoli da mettere sui kart, il talent scout degli energetici Helmut Marko ha invece sostenuto di essere stato parecchio pressato dai tedeschi desiderosi di accaparrarsi i servigi del #33, e adesso appena archiviato il GP dell’Azerbaijan il boss dell’equipe austriaca Christian Horner ha cercato di tamponare la questione proclamandosi convinto che il suo pilota non cederà alle lusinghe degli avversari.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Non ci ho mai creduto“, ha detto ad F1i.com. “Max ha un contratto ed è piuttosto chiara quale sia la posizione, per cui sono totalmente fiducioso che resterà con noi almeno un altro anno“.

Horner dà ancora una chance a Gasly

Mentre Verstappen si sta prendendo tutta la gloria e il beneficio delle indiscrezioni da mercato piloti, il suo vicino di box sta camminando sulle uova.

Partito a rallentatore in questo suo 2019 di debutto con la Red Bull, il giovane Pierre sta cominciando ora a prendere il ritmo. Un progresso che ha dato morale al dirigente della squadra, intenzionato a confermarlo per il prossimo campionato.

E’ vero, ancora non ha ottenuto risultati, ma a Baku nel Q1 si è dimostrato molto veloce e in gara prima del ritiro era addirittura riuscito a risalire in sesta piazza dalla pit lane“, ha affermato ad Auto-Hebdo. “Il suo passo è stato molto incoraggiante sin dal venerdì e lui ne è consapevole. Sta uscendo da un periodo delicato e noi dal canto nostro lo stiamo supportando“.

Crediamo nelle sue capacità e sappiamo che ci vorrà del tempo, inoltre non va dimenticato che ha un compagno del calibro di Max, che è uno dei top driver in griglia“, ha quindi concluso il manager inglese.

Chiara Rainis