Claire Williams: “Frank non ha mai parlato della morte di Senna”

Ayrton Senna, Frank Williams e Damon Hill (©Getty Images)

F1 | Claire Williams: “Frank non ha mai parlato della morte di Senna”

Una volta il progettista della Williams FW16 del 1994 Adrian Newey confessò di essere rimasto talmente sconvolto dalla scomparsa di Senna proprio su una delle sue creazioni, da aver perso quasi tutti i capelli. Da allora le dichiarazioni dei membri del team di Grove di quell’epoca sono sempre stati rari e in particolare uno di essi, il fondatore della scuderia, Frank Williams non ha mai proferito verbo sul doloroso argomento.

Mio padre non ha mai voluto parlarne“, ha confessato la figlia Claire, oggi vice responsabile della scuderia inglese all’Indipendent. “Non è nella sua persona. Non è il tipo da terapia o lunghe conversazioni. Tiene tutto dentro. E’ così che gli hanno insegnato ad essere, in ogni caso, quando esce fuori la storia dell’incidente si vede chiaramente la sofferenza dai suoi occhi“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

A casa nostra Ayrton è stato considerato un Dio per lungo tempo, perfino per decenni. Papà ne era innamorato. Lo aveva nel cuore, nella testa e voleva assolutamente portarlo in squadra. Alla fine il suo sogno si è avverato, ma è finito nel peggior modo possibile“, ha proseguito nel racconto di questo silenzio per alcuni ingiustificabile.

Per Frank Williams, non era comunque la prima volta che un driver a lui molto caro se ne andasse guidando una delle sue macchine. Già era successo nel 1970 in occasione del GP dell’Olanda con l’amico Piers Courage.

“Fu straziante veder ricapitare la stessa cosa”, ha quindi raccontato la 42enne. “Nonostante i rischi in termini di sicurezza, lui volle lo stesso essere presente al funerale in Brasile. Non lo avevo mai visto così triste. Il suo malessere durò per molti, molti anni e ancora oggi non riesce a dire niente sul fatto. Parla del suo talento come pilota, della grande persona che era, ma niente dell’incidente“, ha infine precisato.

Chiara Rainis