bautista alvaro Superbike
Alvaro Bautista (©Getty Images)

Superbike 2019, Bautista non sa spiegare il proprio dominio con la Ducati.

Mancano ancora tante gare al termine del campionato mondiale Superbike 2019, ma è difficile pensare che il titolo possa sfuggire dalle mani di Alvaro Bautista. Il pilota del team Aruba Racing Ducati ha vinto tutte le undici manche disputate finora e nessuno è riuscito a contrastarlo.

Lo spagnolo ha esordito in SBK dominando in maniera netta ed era difficile metterlo in preventivo. Le sue qualità come rider non erano in discussione, visti i buoni risultati fatti in MotoGP, però che potesse avere un simile impatto su una categoria che non conosceva era complicato immaginarlo. E non conosceva neppure la moto, la nuovissima Ducati Panigale V4 R che ha debuttato proprio nel 2019 in gara. Il binomio si è rivelato stravincente.

Superbike, Bautista commenta il dominio con Ducati

Bautista non riesce a spiegarsi lo strapotere avuto finora con la quattro cilindri bolognese: «È un mistero per me – spiega ai microfoni di Speedweek -. La moto è nuova e quasi ogni pista è nuova per noi. Rea ad Assen aveva delle possibilità di batterci, ma per fortuna ho trovato il giusto feeling e sono stato competitivo. Vediamo come andranno le prossime gare. Sarà una sfida essere forte come lo sono stato finora. Credo di poter battere chiunque, ma nessuno è invincibile».

Il prossimo appuntamento del campionato mondiale Superbike 2019 sarà in Italia, a Imola. Quello del 10-12 maggio sarà un weekend molto stimolante per Ducati, che ha la propria sede non distante dal circuito intitolato ad Enzo e Dino Ferrari. Recentemente lì il team Aruba Racing ha svolto un test che ha permesso ad Alvaro di conoscere la pista. Il pilota spagnolo è molto motivato per questo GP: «Sarà fantastico – commenta –, sono felice di far parte della famiglia Ducati. Tante persone mi stanno dicendo che saranno a Imola. Cercherò di essere bravo come lo sono stato finora. Non ero mai stato su quella pista prima del test». Sicuramente sarà lui il favorito per la vittoria, anche se speriamo di vedere un po’ di battaglia.

 

Matteo Bellan