Raikkonen dalla pit lane alla top 10: Alfa Romeo ancora a punti

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

F1 | Raikkonen dalla pit lane alla top 10: Alfa ancora a punti

Le vecchie abitudini non muoiono mai e anche se Kimi Raikkonen non è più in Ferrari, l’appuntamento con il gruppo dei 10 non lo salta lo stesso. Scattato dalla pit lane per decisione dei commissari di gara presenti a Baku a causa di un’ala anteriore troppo flessibile, allo spegnimento dei semafori Iceman ha dato vita ad una bella rimonta che lo ha portato a chiudere decimo, in pratica a finire in zona calda per il quarto round di fila nonostante la macchina finora si sia rivelata lontana da quella benaugurante della prima quattro giorni di test al Montmelo.

Attualmente 8° della generale piloti con un bottino di 13 lunghezze, alla pari con Sergio Perez della Racing Point e Pierre Gasly della Red Bull, il 39enne ha ammesso di aver faticato in Azerbiajan. “Non è stato un weekend facile per noi“, ha confidato. “Ho anticipato il pit stop per evitare il traffico, ma poi ho avuto delle difficoltà con le gomme fresche. Sono un po’ deluso perché mi aspettavo di meglio, ma sono fiducioso che a Barcellona andrà per il verso giusto“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Parlando poi della notifica di infrazione ricevuta domenica mattina a sorpresa, il finnico ha spiegato: “Non so bene cosa sia successo. Sapevo che in Cina avevamo rotto un supporto del flap e avevamo perso del carico aerodinamico nell’ultima fase del GP, per cui il provvedimento potrebbe essere stato un effetto di quel problema considerato non c’è stato il tempo utile per produrre un’ala nuova”.

Mentre l’esperto driver di Espoo continua a ben figurare, lo stesso non si può dire del suo collega di box Antonio Giovinazzi, dodicesimo al traguardo, ancora rallentato da episodi sfortunati come la sostituzione della centralina che lo ha portato da scattare dal fondo alla griglia azera, e da una strategia Alfa Romeo che di fatto ha premiato il suo pilota di punta Raikkonen, facendolo rientrare primo per la sosta.

Chiara Rainis