F1 Azerbaijan, Gara: tempi e classifica finale

0
388
Valtteri Bottas (Mercedes Twitter)

F1 | Azerbaijan, Gara: tempi e classifica finale

Con un clima sereno e una temperatura di 20°C è scattato il GP dell’Azerbaijan. Prima fila tutta Mercedes con Valtteri Bottas davanti a Lewis Hamilton. Raikkonen, Gasly e Kubica al via dalla pit lane.

Semafori spenti! Bel ruota a ruota fino alla curva 3 tra le due Mercedes. Bottas si mantiene comunque al top. Vettel si conferma terzo. Sergio Perez con la Racing Point supera la Red Bull di Max Verstappen. Charles Leclerc perde due posizioni con la Ferrari ed è 10°.

Alex Albon lascia un segno sulle barriere con la sua Toro Rosso. Intanto Iceman è già 17°.

Al giro 4 Leclerc è di nuovo 8°. Poco dopo aiutato dal DRS passa anche la McLaren di Carlos Sainz.

1’47″550 per Bottas, mentre Verstappen si riprede la piazza 4 su Perez. Nelle ultime posizioni Gasly passa Kimi.

Al giro 7 Leclerc infila Perez ed è 5°. Box per Raikkonen che montando le medie punta ad arrivare fino alla fine.

Box anche per Giovinazzi.

Al giro 10 Verstappen si lamenta per noie al freno motore. Incalzato da Leclerc, viene superato dal monegasco.

Al giro 12 Vettel al cambio gomme monta le medie.
Al giro 13 medium anche per Bottas. Ham primo virtuale seguito da Leclerc e Verstappen.
Al giro 14 sosta flash per Hamilton che passa alle gialle in appena 2″3.

Drive through per Kubica – Il polacco avrebbe lasciato il garage con troppo anticipo. Al giro 15 era 15° alle spalle di Raikkonen.

Leclerc, Bottas, Hamilton, Vettel, Gasly, Versappen, Perez, Norris, Sainz e Grosjean sono i primi 10.
1’46″246 per Ham.

Al giro 17 Gasly lascia passare Verstappen. Intanto Bottas si riavvicina a Leclerc.
1’45″683 per Hamilton che sta spingendo a fondo per superare Bottas sapendo che Charles deve ancora fermarsi.

Al giro 22 tutti i piloti sono in pista con le medie.
1’45″387 per Verstappen.

Al giro 25 lungo di Grosjean ma senza conseguenze.

Al giro 28 Iceman supera la Haas di Magnussen ed è 13°.

Al giro 32 Lungo di Ricciardo, Kvyat gli va dietro ed entrambi finiscono nella via di fuga. Nel tentativo di fare retromarcia l’australiano della Renault va a colpire la Toro Rosso di Kvyat. Ritiro per entrambi.

Leclerc si lamenta perché restando fuori perde tempo. Dal muretto gli rispondono che la rossa non può durare per 17 giri.

Giro 35 finalmente pit stop per Charles. Il 21enne monta le soft, ma la sosta è di 2″8 e finisce pure dietro a Gasly.

Al giro 36 Leclerc supera Gasly.

Al giro 39 Gasly rallenta per noie tecniche. “Ho perso potenza”, avvisa via radio. Virtual Safey Car avviata.

Ko anche per la Haas di Romain Grosjean. Raikkonen con l’Alfa è 10°.

Rischio per Verstappen che rischia di perdere il controllo della sua RB15. L’olandese è comunque su Vettel.

1’44″488. Bottas vuole prendersi la vittoria e il punto extra del giro veloce.

Sosta per Leclerc al giro 48. Il box Ferrari spera nel punto in più per il giro veloce.

1’44″166 per Ham. L’inglese spinge e va con una ruota sull’erba.
Bottas firma il giro veloce.

1’43″009 per Leclerc. Per lui punto bonus.

Bandiera a scacchi! Doppietta Mercedes con Valtteri Bottas davanti a Lewis Hamilton. Sulpodio anche la Ferrari di Sebastian Vettel.

Leclerc, quinto, pilota del giorno. A punti le due McLaren e Racing Point. Decimo Kimi Raikkonen. -ultimo Kubica.