Rita Forte
Rita Forte (foto dal web)

Rita Forte si è raccontata durante una puntata della trasmissione di Rai 1 Vieni da Me. La cantante di Terracina ha parlato del suo rapporto con Luciano Rispoli, della morte del padre e del terribile incidente che l’ha vista coinvolta nel 2005

La nota cantante Rita Forte è stata ospite della puntata di mercoledì 24 aprile della trasmissione di Rai 1 Vieni da Me. La cantante ha partecipato al momento de “La cassettiera” raccontando la sua carriera, la sua vita privata e la sua infanzia. Durante l’intervista, Rita Forte ha parlato anche del suo sodalizio con il giornalista e conduttore televisivo Luciano Rispoli, scomparso nell’ottobre del 2016.

La cantante Rita Forte si racconta a Vieni da Me

Rita Forte ha partecipato al momento de “La cassettiera” nel corso della puntata di mercoledì 24 aprile della trasmissione Vieni da Me condotta da Caterina Balivo. L’intervista alla nota cantante inizia con il racconto delle sue partecipazioni al Festival di Sanremo nel 1991 e nel 1992: “Avevo la febbre, ma non aveva mal di gola o dolore alle ossa, era ‘febbre sanremese’. Arrivai terza, fu l’ultimo anno in cui i primi tre classificati potevano riproporre la canzone. Mi tiravano sul palco una marea di fiori, evidentemente piacevo ai fotografi, io ne presi uno, lo misi al petto ed iniziai a cantare. La canzone nel 1991 andò bene, ma non mi notò nessuno. L’anno successivo, presentai il brano Non è colpa di nessuno che non venne inciso e messa sul mercato, ma mi notò zio Luciano Rispoli, a lui devo tutto“.  La cantante prosegue raccontando il sodalizio professionale con il conduttore e giornalista televisivo: “Dopo avermi notato mi fece un contratto per una trasmissione su Telemontecarlo La più bella sei tu. Finita questa avventura, dopo poco tempo mi chiamò dicendomi di star pensando ad una trasmissione dal titolo Tappeto Volante e vorrei della musica, prima per una prova di 15 giorni che poi diventarono 5 anni insieme. Lui mi voleva profondamente bene, difatti siamo stati in ottimi rapporti sino all’ultimo. Luciano non stava più bene, e poco prima di mi disse delle cose meravigliose ‘sei la persona a cui sono più affezionato nel mondo dello spettacolo, sei la più brava’. È stato come un padre, è stato anche burbero con me, ma doveva istruirmi“. Rita Forte conclude poi il suo racconto su Rispoli ammettendo: “Era dispiaciuto di non fare più televisione, secondo me si è ammalato proprio per questo. Lui ha dato la vita per la televisione, è stato un grande e si risentiva per il fatto di non essere più in tv. Un altro come zio Luciano, io non l’ho più trovato“.

Rita Forte: “Mio padre morì quando avevo 8 anni

L’argomento dell’intervista si sposta all’infanzia della cantante, purtroppo segnata da un tragico evento, la morte del padre deceduto in un incidente stradale causato da un malore quando Rita aveva 8 anni: “Ricordo tutto, lo aspettavamo a casa per pranzare, arrivò una telefonata di mia zia che mi disse ‘Passami mamma’. Ho avuto sempre un sesto senso e capì che era successo qualcosa a mio padre. Lui si sentì male, guidava la macchina e sbandò, andò a finire in un fosso e il volante gli entrò nello sterno. Oltre al malore, ha avuto anche il trauma e non ce l’ha fatta. Da quel momento siamo state insieme io e mia mamma, con cui avevo un rapporto morboso, sino al 2009 quando è scomparsa“. La Balivo chiede all’ospite del terribile incidente stradale che la vide coinvolta nel 2005 sulla Tiburtina a Roma: “Qualcuno dall’alto mi ha protetto, un angelo custode, forse mio padre, perché l’incidente fu veramente terribile. La moto mi prese in corsa e mi scaraventò dall’altra parte della corsia, dove passavano gli autobus. Io non sono svenuta, nonostante avessi battuto la testa, ho ancora la cicatrice, provai ad alzarmi, ma avevo il bacino rotto. Provai a gridare per far si che qualcuno si accorgesse di me impedendo il transito degli autobus. Arrivò l’ambulanza, riuscì a chiamare una mia amica e avvisarla dell’incidente “. L’intervista si è chiusa con il racconto dell’amore di Rita Forte per Raniero, il suo compagno che è stato anche il suo primo fidanzato con cui è riscattata la scintilla dopo 35 anni.

Leggi anche —> Caso Marco Vannini: la sua foto utilizzata su un sito di incontri

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore