Conad annuncia il ritiro di un prodotto: rischio salmonella

0
1311
Supermarket
Supermarket (Getty Images)

La catena Conad, dopo alcuni test, ha annunciato il ritiro dal mercato di un lotto di salame Golfetta affettato per il rischio di salmonella. I dettagli sul prodotto sono stati inseriti all’interno di una nota pubblicata sul sito Conad alla sezione richiami.

Con una nota diffusa sul proprio sito, all’interno della sezione dedicata ai richiami dei prodotti, la catena di distribuzione Conad ha annunciato il ritiro dagli scaffali di un lotto per la presenza di salmonella, emersa dai risultati di alcuni test. Il prodotto in questione è un lotto di salame Golfetta affettato e confezionato in vaschette da 100 grammi. La Conad, ha specificato all’interno dell’avviso pubblicato consultabile sul sito, anche il numero di lotto (26910002) e la scadenza fissata entro l’8 maggio 2019.

Conad, ritirato salame Golfetta in cui è stata individuata salmonella

Un lotto di salame Golfetta è stato ritirato dagli scaffali dalla catena di distribuzione Conad. Ad annunciarlo è la stessa società che ha inserito mercoledì 24 aprile una specifica nota nella sezione del proprio sito internet dedicata ai richiami dei prodotti. Nello specifico Conad spiega di aver ritirato un lotto di salame Golfetta affettato (numero 26910002 con scadenza fissata entro l’8 maggio 2019) venduto in vaschette da 100 grammi. Dai test effettuati è risultato che il prodotto non sia conforme dato il riscontro della presenza di salmonella al suo interno. Il salame in questione è stato prodotto per Conad dalla società Golfera in Lavezzola Spa e confezionato dalla ditta Grandi Salumi Italiani Spa, nello stabilimento di via Gandiolo 2/A, a Noceto, in provincia di Parma. Nella nota Conad si è scusata per la circostanza ed ha invitato i clienti che avessero già acquisto l’alimento a recarsi in qualsiasi punto di vendita Conad che “provvederà alla sostituzione con altro prodotto o al rimborso“.

La salmonella è un batterio molto comune che provoca delle infezioni gastrointestinali, tra cui la salmonellosi e la setticemia. Questo batterio viene trasmesso all’uomo molto spesso attraverso gli animali o loro derivati (uova, latte, carne) con il contatto l’ingestione di cibi contaminati.

Leggi anche —> La lista dei cibi pericolosi ritirati dal mercato: la decisione del Ministero della Salute