La Ferrari: “Ecco perché Mick Schumacher non farà i test”

Mick Schumacher (©Getty Images)

F1 | La Ferrari: “Ecco perché Mick Schumacher non farà i test”

Alla vigilia del weekend della F1 a Baku, la Rossa ha rivelato il motivo per cui in occasione dei test stagionali di Barcellona in programma dopo il GP di maggio ha deciso di non far partecipare Mick Schumacher, come invece stabilito nel piano firmato dal tedeschino con l’Academy Ferrari, in modo da evitargli distrazioni e farlo focalizzare sulla F2, campionato che sta disputando con la Prema e che ha l’obbligo morale di conquistare nella speranza di fare nel 2020 il grande salto nel Circus,

In pista con la SF90 in Bahrain lo scorso marzo, il figlio del grande Michael dovrebbe cedere il volante nel martedì e mercoledì di prove sul tracciato del Montmelo ad Antonio Fuoco.

Niente da fare neppure per Pascal Wehrlein, ingaggiato dal Cavallino per lavorare al simulatore, ma quanto pare incapace di adattarsi alle sue caratteristiche, e tra l’altro come Brendon Hartley, impossibilitato a guidare in sede di test ufficiale perché troppo esperto ( ndr. le nuove regole FIA impongono la presenza di un rookie).

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sempre secondo le indiscrezioni diffuse da Motorsport.com l’italiano dovrebbe alternarsi alla guida della monoposto con Charles Leclerc.

Per lui comunque non sarà la prima volta su una F1. Il 22enne ha potuto saggiare una vettura del Cavallino in diversi frangenti. Nel 2015 debuttò nei test dopo il round dell’Austria, ma fu costretto ad abbandonare per un guasto tecnico e l’anno successivo fu chiamato nella sessione di Barcellona per saggiare la SF16-H.

Dopo una lunga pausa, ora per Fuoco potrebbe presentarsi una nuova chance per mettersi in mostra e far vedere ciò che sa fare nella massima serie. Chissà che magari da una prova arrivata in maniera fortuita possa aprirsi una porta importante.

Chiara Rainis