Miracolo in ospedale: si risveglia dal coma dopo 27 anni

0
284
Trapianto record
Ospedale (Getty Images)

Una donna di 60 anni, Munira Abdulla, si è risvegliata da un coma profondo durato ben 27 anni. Munira era finita in coma nel 1991 dopo un incidente stradale.

In coma per 27 anni fino a quando improvvisamente si è miracolosamente svegliata. Ha dell’incredibile la storia di Munira Abdulla, una donna degli Emirati Arabi Uniti che nel 1991 dopo essere andata a scuola per prendere il figlio si è improvvisamente schiantata con la sua auto contro un bus. La donna, non alla guida, per proteggere il suo bambino di 4 anni rimane gravemente ferita ed i soccorsi tardano ad arrivare. Munira entra in coma, un coma profondo che la costringe in ospedale 27 anni, ma i suoi parenti, su tutti il figlio, non hanno mai perso la speranza di poter rivedere il sorriso della donna.

Donna in coma per 27 anni si risveglia ed abbraccia il proprio figlio

Non ho mai rinunciato all’idea che mia madre tornasse, ho sempre avuto la sensazione che un giorno si sarebbe ripresa“. Queste le parole di Omar Webair, il figlio della donna risvegliatasi dal coma dopo 27 anni, rilasciate al quotidiano The National di Abu Dhabi. La donna degli Emirati Arabi Uniti, oggi 60enne, ha passato metà della sua vita in ospedale tra l’affetto dei parenti che non hanno mai perso la speranza nonostante molti medici non credevano si potesse risvegliare. Il dramma di Munira Abdulla inizia nel 1991 quando ha 32 anni: dopo aver preso il figlio da scuola, l’auto su cui viaggiava, guidata dal cognato, si scontra violentemente contro un pullman. L’impatto è tremendo e la Munira per proteggere il figlio gli fa da scudo sul sedile posteriore, ma rimane gravemente ferita. I soccorsi ritardano il loro arrivo e la 32enne entra in coma. Inizia una serie di trasferimenti da ospedale ad ospedale, ma i medici anche per volontà dei parenti non staccano la spina, neanche quando a Londra Munira viene dichiarata in stato vegetativo, ma in grado di sentire il dolore. Nel 2017, dopo diversi anni in patria, la Corte del Principe della Corona, un ente governativo di Abu Dhabi, offre una consistente somma di denaro  affinché la signora venisse trasferita in una struttura in Germania, dove Munira subisce numerosi interventi chirurgici, per la ricostruzione dei muscoli degli arti i quali si erano atrofizzati. Dopo le operazioni, nel giugno 2018 la 60enne ha aperto gli occhi: “Mi ha abbracciato –ha raccontato il figlio- per proteggermi e quella sensazione di abbraccio non mi ha mai abbandonato“.