Gratta e Vinci (Getty Images)

Un ex pescatore di Mola di Bari (Bari) rimasto senza lavoro rovistando in un cestino di una stazione di servizio ha ritrovato un gratta e vinci vincente da ben 100mila euro.

La dea bendata ha voluto premiare un ex pescatore 50enne, ora disoccupato, che grazie ad un gratta e vinci ha portato a casa 100mila euro. In questo caso, però, non si parla solo di dea bendata legata al semplice gioco, ma di un vero e proprio colpo di fortuna voluto dal destino. L’ex pescatore di Mola di Bari, comune in provincia del capoluogo pugliese, secondo quanto riportato dalla redazione de La Gazzetta del Mezzogiorno, non avrebbe acquistato il biglietto vincente, ma lo avrebbe ritrovato tra i rifiuti. Il fortunato 50enne avrebbe recuperato il gratta e vinci rovistando tra i tagliandi già grattati e gettati dagli altri giocatori in un cestino di un bar, un’abitudine che ormai coltivava da tempo.

Leggi anche —> WhatsApp: come scoprire chi spia il nostro account

Rovista in un cestino di una stazione di servizio e trova un gratta e vinci vincente

Un’abitudine bizzarra, ma che è risultata essere molto fortunata quella di un 50enne disoccupato ex pescatore che nei giorni scorsi ha vinto 100mila euro grazie ad un gratta e vinci ritrovato tra i rifiuti. L’ex pescatore di Mola di Bari (Bari), secondo quanto raccontato dalla redazione de La Gazzetta del Mezzogiorno, aveva da tempo coltivato l’abitudine di rovistare e raccogliere i gratta e vinci già grattati da altre persone forse nel tentativo di scovare il tagliando di qualche sbadato giocatore: missione compiuta. Tra i tagliandi gettati via in un cestino del bar della stazione di servizio di via Bari, il 50enne ha trovato un biglietto della Lotteria istantanea che un altro giocatore non aveva grattato bene. Quando l’uomo ha controllato i numeri si è accorto di avere in mano un ticket vincente da ben 100mila euro. Un vero ed inaspettato colpo di fortuna che il destino ha voluto regalare all’uomo che da qualche tempo era rimasto senza lavoro.

Leggi anche —> Omicidio Vannini: il messaggio di Martina Ciontoli al padre di Marco