(Image by Motor1)

La prossima generazione di Toyota 86 e Subaru BRZ rimarrà a trazione posteriore, ma non sarà costruita su una piattaforma Subaru.

L’attuale BRZ e 86 sono costruite su una piattaforma Impreza fortemente modificata. L’attuale SGP (Subaru Global Platform) semplicemente non può essere modificato per creare una macchina a trazione posteriore. La trazione integrale non è mai stata presa in considerazione nemmeno per la BRZ e 86.

Ciò significa che la prossima generazione dei gemelli boxer manterrà la sua attuale piattaforma o migrerà all’architettura TNGA di Toyota. Attualmente, la piattaforma TNGA è alla base di auto come la Corolla, Camry e RAV4. Che ci crediate o no, questa piattaforma farebbe risparmiare peso rispetto all’auto attuale e migliorerebbe anche la rigidità torsionale – entrambe cose buone per le auto sportive. La BRZ e l’86 rimarrebbero a trazione posteriore.

Mentre la loro variante è stata originariamente lanciata negli Stati Uniti come la Scion FR-S, l’auto è stata poi bollata come Toyota (come lo era nel resto del mondo) quando il marchio Scion è stato demolito. Inoltre, Toyota ha anche creato la loro divisione Gazoo Racing, che senza dubbio ha già fornito un sacco di input per lo sviluppo della vettura di seconda generazione.

Infatti, la rivista ‘Motoring‘, sembra pensare che il concetto di GR HV Sports 2017 GR HV Sports offre un’anteprima della prossima generazione di BRZ e 86. Se questo è il caso, gli appassionati possono aspettarsi un’auto delle stesse dimensioni ma più leggera dell’attuale generazione di veicoli. Inoltre, otterrebbero un pannello del tetto rimovibile in stile MKIV Supra, ma con una maggiore rigidità torsionale, eliminando, si spera, il temuto scuotimento del cofano endemico delle auto aperte.

In entrambi i casi, siamo lieti che la Subaru BRZ e la Toyota 86 rimangano in giro, e che rimarranno fedeli alle loro radici come auto sportiva a trazione posteriore a basso costo e ad alto tasso di divertimento.