Michael Schumacher (©Getty Images)

F1 | L’ex manager di Schumacher: “Michael aveva un piano segreto”

Secondo Willi Weber, per anni manager di Michael Schumacher prima dell’arrivo di Sabine Kehm, il campione di Kerpen avrebbe avuto un piano segreto per il figlio Mick, per portarlo il più rapidamente possibile nel Circus.

Il 77enne, presente ad un paio di gare di karting dell’attuale pilota Prema F2, secondo quanto dichiarato a Motorsport.com, avrebbe avuto la sensazione che il Kaiser “fosse speranzoso di portarlo un giorno in F1 e gestirlo come avevo fatto io con lui“.

A differenza di molti genitori, continua il tedesco, “lo promuoveva attivamente e avrebbe fatto bene, in quanto sapeva come muoversi in questo mondo essendo sempre andato avanti con le sue gambe. Questa era la sua ambizione“.

Parlando invece delle attese che inevitabilmente renderanno complicato il lavoro del 21enne, Weber ha detto: “Con tanto padre, Mick ha un pesante fardello da sopportare perché la gente lo paragonerà sempre a Michael e dirà: Il suo nome è Schumacher, deve raggiungere gli stessi risultati del padre’. E questo sarà un peso enorme per il ragazzo. Se Schumi potesse essere al suo fianco, avrebbe un effetto completamente diverso, ma ora è lui a rappresentare suo padre agli occhi della gente“.

Quindi sull’impossibilità di andare a trovare il 7 volte iridato, dal momento del suo terribile incidente sulle nevi di Meribel del 29 dicembre 2013, ha concluso amareggiato: “La signora Kehm ha inibito ogni nostro contatto con la stampa e la famiglia non mi ha più contattato. Devo accettare la chiusura sebbene abbia sofferto come un cane per tre mesi dopo il fatto. Le persone in strada mi fermavano e mio chiedevano notizie. Vorrei tanto riabbracciato“.

Infine, sulla sua nuova vita a Maiorca da addetto alle costruzioni ha concluso: “Essere un semplice pensionato non faceva per me, adesso lavoro per hobby…”.

Chiara Rainis