Aston Martin Rapid E

Rapid E, la prima elettrica di Aston Martin al Salone di Shanghai 2019

Aston Martin Rapide E è la prima elettrica della casa inglese ed è stata presentata ufficialmente al Salone dell’auto di Shanghai. Una coupé a cinque porte con delle linee fluide e i classici stilemi iconici dell’Aston Martin, come ad esempio la grossa griglia anteriore a nido d’ape.

Ogni particolare esterno è stato studiato per ottimizzare l’aerodinamica: il fondo, lo splitter, il diffusore posteriore, l’eliminazione dell’impianto di scarico, presente nella versione endotermica. Anche i cerchi aerodinamici in alluminio forgiato del modello e gli pneumatici Pirelli P-Zero a bassa resistenza al rotolamento sono stati scelti per garantire maggiore efficienza, senza compromettere la capacità di raffreddamento dei freni.

L’Aston Martin Rapide E ha un impianto elettrico e una batteria a 800 Volt, quest’ultima con una capacità di 65 kWh, costituita da oltre 5600 celle cilindriche agli ioni di litio in formato 18650. Questa batteria è posizionata nel vano anteriore, ossia nel posto dove solitamente alloggia il V12 da 6,0 litri della Rapide. Essa alimenta la coppia di motori elettrici che azionano l’asse posteriore, garantendo una potenza di 601 CV e una coppia di 950 Nm. In termini di prestazioni, l’Aston Martin Rapid E garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h inferiore a 4 secondi ed una velocità massima di 250 km/h, con un’autonomia superiore a 320 km.

Per tutte le novità dal mondo delle auto elettriche LEGGI QUI

La vettura può essere ricaricata rapidamente utilizzando colonnine da 50 a 100 kW, ma la Rapid E è venduta insieme ad un caricabatterie di bordo che può ricaricare la batteria in sole 3 ore. La produzione della Rapide E sarà limitata a 155 unità in tutto il mondo ed avverrà nello stabilimento inglese di St Athan. Il prezzo della vettura, già ordinabile, non è stato ancora comunicato.