La Ferrari 488 GTE in pista nella 4 Ore di Le Castellet di ELMS (Foto Ferrari)
La Ferrari 488 GTE in pista nella 4 Ore di Le Castellet di ELMS (Foto Ferrari)

ELMS | La Ferrari che vince: doppietta rossa alla 4 Ore di Le Castellet

Debutto da sogno per Ferrari alla 4 Ore del Le Castellet, prova di apertura della European Le Mans Series, grazie ad una perentoria doppietta ottenuta con la 488 GTE di Luzich Racing e l’equipaggio tutto al femminile di Kessel Racing. Dopo aver conquistato lo scorso anno l’International GT Open con Mikkel Mac ed il prezioso supporto del pilota ufficiale di Competizioni GT Alessandro Pier Guidi, la squadra svizzera ha disputato una gara perfetta in quello che rappresenta il suo esordio nella serie, dominando la 4 Ore dal semaforo alla bandiera a scacchi con Alessandro Pier Guidi, Fabien Lavergne e Nicklas Nielsen. Per le tre ragazze al volante della Ferrari numero 83 di Kessel Racing, invece, un risultato meritato e fortemente voluto, arrivato grazie ad una condotta di gara praticamente perfetta. Ottima, nel complesso, la prova delle altre vetture di Maranello impegnate nella gara francese, che hanno chiuso quarta, quinta e nona.

Prima ora

Dopo lo strepitoso avvio nella Le Mans Cup, Fabien Lavergne concede il bis anche nella European Le Mans Series e, grazie ad essa, il francese si porta in testa alla corsa, seguito da un terzetto di Porsche e dalle tre Ferrari 488 GTE di Wei Lu, Manuela Gostner, Duncan Cameron, tutte molto vicine tra di loro. L’unica vettura in grado di guadagnare terreno sugli avversari è quella di Lavergne che può iniziare ad amministrare il passo già dalle prime fasi di gara. Le Ferrari dimostrano di essere in grado di girare su tempi interessanti e si portano nelle posizioni di testa. Unica eccezione la 488 GTE numero 60 del Kessel Racing, incappata in un testacoda in seguito ad un contatto con un avversario durante un tentativo di sorpasso.

Seconda ora

L’inizio della seconda ora di gara vede due Ferrari ai primi due posti. In testa, la numero 51 del Luzich Racing, seguita dalla numero 66 di JMW Motorsport, staccata di 31 secondi. In piena battaglia per il terzo gradino del podio invece la 488 GTE numero 55 di Spirit of Race, ad un solo decimo dalla Porsche numero 77. Molto buona la prova dell’equipaggio tutto femminile al volante della Ferrari di Kessel Racing, sesta ed in grado di girare su ottimi tempi, a soli sette secondi dal podio, mentre la vettura gemella numero 60 tenta una difficile rimonta. Con uno stint decisamente aggressivo e veloce, Wei Lu guadagna la seconda posizione ai danni della Porsche.

Terza ora

Allo scoccare della terza ora di gara, in testa alla corsa c’è sempre la 488 GTE di Luzich Racing seguita, anche in funzione delle soste ai box, dalla Porsche numero 77 e dalla Ferrari numero 66 di JMW Motorsport. Dopo aver completato le varie soste ai box, le Ferrari tornano ad occupare le prime tre posizioni ed in particolare va segnalata la progressione della Frey che, tuttavia, si rende protagonista di un contatto di gara con un prototipo nel tentativo di superarlo all’interno in una delle curve che compongono il tratto misto finale. Prima di entrare nell’ultima ora di gara, l’equipaggio rosa è secondo, a 23”5 dal leader della corsa, Nicklas Nielsen, mentre al terzo posto, a un giro dal leader, si trova il trio della numero 55 di Spirit of Race.

Quarta ora

L’ultimo segmento di gara inizia con le soste ai box che prevedono i cambi pilota e le normali operazioni di sostituzione pneumatici e rifornimento. Sulla 488 GTE numero 60, sempre alle prese con una rimonta complicata, sale Andrea Piccini, mentre nella Ferrari in testa alla gara troviamo ora il pilota ufficiale di Competizioni GT, Alessandro Pier Guidi. Nella vettura numero 83, Michelle Gatting  sostituisce la Frey, mentre Cressoni prosegue la corsa sulla numero 66. Al volante della Ferrari numero 55 di Spirit of Race, per l’ultimo stint, sale Matthew Griffin. La tripletta Ferrari sfuma a ventisei minuti dalla bandiera a scacchi, quando Cressoni viene superato da Matteo Cairoli, su Porsche.  Rimane tuttavia la grande gioia per una doppietta, completata dal quarto posto di JMW Motorsport con Segal/Lu/Cressoni, dal quinto di Spirit of Race con Cameron/Griffin/Scott e dal nono del secondo equipaggio di Kessel Racing, con Schiavoni/Pianezzola/Piccini. La prossima gara della European Le Mans Series è in programma nel fine settimana del 12 maggio presso l’Autodromo Nazionale di Monza.