Traffico in autostrada
(Getty Images)

Riforma del Codice della Strada: il parere degli automobilisti italiani

La riforma del Codice della strada è ancora in fase di completa definizione, ma gli automobilisti stanno già commentando le decisioni volute dal Governo. Il portale di annunci AutoScout24 ha raccolto i pareri dei cittadini: il 56% si è espresso favorevolmente, mentre solo il 10% la giudica negativamente.

Tra le singole proposte circolate in queste settimane, la maggioranza si è rivelata favorevole ad innalzare i limiti di velocità sulle autostrade a tre corsie da 130 a 150 km/k. Peccato che la politica abbia deciso di fare marcia indietro e lasciare il vecchio limite. “Il 53% di chi ha risposto positivamente, infatti, pensa che con le auto attuali si possa viaggiare in completa sicurezza mentre per il 35% le condizioni autostradali assolutamentelo consentono. Ma ci sono anche i più scettici che rappresentano comunque la quota minoritaria (17%), convinti principalmente che le autostrade italiane non siano all’altezza (per il 43%) o che sono “diverse” dagli altri Paesi europei (21%)”.

Parcheggi rosa, fumo alla guida e biciclette

Quasi tutti concordi nell’inasprimento delle sanzioni per chi utilizza dispositivi tecnologici alla guida (89%), ritenuti pericolosi per sè e per gli altri. Favorevoli anche all’incremento dei parcheggi «rosa» per le donne in gravidanza (80%) e alla regolamentazione dell’utilizzo di strumenti di micro-mobilità – come monopattini e skateboard (55%). “Ma il punto su cui hanno forti perplessità (il 76% è contrario) è quello relativo alla possibilità di far circolare le bici contromano nei centri abitati, dove il limite di velocità è di 30 km/h. Per oltre la metà dei detrattori, infatti, i ciclisti devono rispettare le regole del codice della strada proprio come gli automobilisti, mentre per quasi tre su dieci (29%)il rischio è comunque troppo alto”.

Un tema leggermente più spinoso che potrebbe dividere gli italiani è il divieto di fumare alla guida, anche se per il momento l’attuale normativa non dovrebbe subire modifiche. Per il 61% degli automobilisti, infatti, l’introduzione di questo divieto avrebbe un impatto positivo, soprattutto perché fumare mentre si è al volante rappresenta una distrazione (per il 68%). Allo stesso tempo cresce il fronte dei no (30%), che cercano di difendere un loro diritto o perché ritengono di subire già troppe restrizioni.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore