Caso matrimonio Pamela Prati: le telefonate e le incongruenze

0
351
Pamela Prati
Pamela Prati (Getty Images)

Non si sbroglia la matassa sul presunto matrimonio di Pamela Prati e sulla misteriosa identità del famigerato compagno Mark Caltagirone. Dagospia e Fanpage.it rivelano nuovi episodi che continuano a gettare ombre sulla vicenda.

L’inchiesta sul presunto matrimonio di Pamela Prati e sull’identità di un mai visto Mark Caltagirone l’ha aperta il noto giornale Dagospia e Fanpage.it ne ha condiviso l’obbiettivo, portando avanti una vera e propria indagine. Le conclusioni di entrambe le redazioni sono le medesime: la storia del matrimonio potrebbe essere una grande montatura per far tornare in auge la Prati.

Il finto avvocato: Fanpage.it svela un’incredibile verità

Fanpage.it ha iniziato ad indagare sulla vera identità dell’ormai noto alle cronache Mark Caltagirone, l’uomo di 54 anni che sarebbe stato presentato come il futuro sposo della Prati. Una volta reperito il suo numero di telefono, la redazione sarebbe riuscita a parlare con lui solo tramite messaggi, attraverso i quali l’uomo avrebbe confermato la versione di Pamela Prati e avrebbe riferito alla redazione che li avrebbe fatti contattare dal proprio legale. Cosa che, in effetti, è accaduta: “Sono l’avvocato Irene Della Rocca“, così si è presentata al telefono una donna alla redazione di Fanpage.it, raccontando di aver chiamato su richiesta di Caltagirone. L’avvocato si sarebbe lasciata andare ad alcune dichiarazioni che successivamente non avrebbero trovato riscontro ed avrebbe promesso di inviare la querela depositata da Pamela Prati nei confronti delle testate giornalistiche che non avevano rimosso le dichiarazioni rilasciate a Dagospia da Luigi Oliva, ex della showgirl. La redazione di Fanpage è stata ricontattata circa 24 ore dopo da Caltagirone il quale avrebbe riferito che non sarebbe stato possibile girare gli atti giudiziari e che ne avrebbero avuto conoscenza dopo la notifica da parte del Tribunale. A distanza di qualche ora dal messaggio di Caltagirone, la redazione di Fanpage è stata contattata da un’altra donna, anch’essa spacciatasi per un avvocato, precisamente “l’avvocato Donato“. Il numero di telefono dal quale il giornale online è stato contattato risultava, però, appartenere a Pamela Perricciolo della Aicos Management, agenzia di spettacolo della quale la Prati fa parte. Ma c’è dell’altro: confrontando le voci della Perricciolo con quella dell’interlocutrice i due timbri sembravano eccessivamente somiglianti. Date le eccessive stranezze, la redazione di Fanpage ha deciso di contattare l’avvocato Irene Della Rocca, questa volta al suo numero fisso, scoprendo che chi li aveva contattati in precedenza non era stata lei. Il legale ha affermato, infatti, di aver ricevuto mandato dalla Prati esclusivamente per i fatti riguardanti le dichiarazioni di Luigi Oliva ed ha reso nota una circostanza shoccante: “Non sarebbe la prima volta che Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo si spacciano per me“. L’avvocato ha, infine, aggiunto di non aver mai conosciuto di persona Mark Caltagirone diversamente da quello che aveva lasciato intendere l’uomo.

Il piccolo Sebastian: il bimbo preso in affido da Caltagirone e dalla Prati

Un altro ruolo molto importante in questa vicenda lo ricopre il piccolo Sebastian il quale, stando a quanto raccontato dalla Prati, sarebbe un bimbo preso in affido da lei e Caltagirone. Il ragazzino, però, fino a qualche anno fa chiamava sui social “mamma” un’altra donna. La ormai nota Wanda Ferro, deputata di Forza Italia, la donna con cui il misterioso Mark Caltagirone dice di essere stato sposato. Il piccolo scrive sul suo profilo Facebook dei giorni trascorsi in terapia circostanza riferita alla redazione di Fanpage dalla donna che si era spacciata per avvocato della Prati.

Il profilo Facebook della società di Mark Caltagirone è sparito

Il mistero si infittisce. Il profilo Facebook della Mark Caltagirone Holding è svanito nel nulla, mentre il profilo personale del presunto imprenditore continuerebbe ad essere attivo. Da quest’ultimo profilo sono stati inviati tempo fa, tramite Messenger, due scatti ad Alessia Bausone, dirigente del Partito Democratico, la quale ha deciso di mostrarle alla redazione di Panorama. Dalle foto si vede un 50enne abbronzato dal sorriso smagliante che indossa un paio di occhiali che ne coprono lo sguardo. La Bausone spiega alla redazione di Panorama, come riporta il giornale Dagospia, di essere stata contatta su Facebook da un tale Mark Caltagirone nel gennaio del 2018. L’obbiettivo, secondo la donna era quello di screditare Wanda Ferro. Sempre dal profilo di Caltagirone, poi, sarebbe emersa la relazione con la Ferro e la data del loro matrimonio, il 23 aprile 2016. Questa circostanza è stata smentita dalla deputata di FI tramite Dagospia: “Tengo a precisare che non sono mai stata sposata con alcuno, come si può facilmente verificare, e che non ho mai conosciuto personalmente Marco Caltagirone, al quale mi legano esclusivamente alcuni scambi di battute scherzose su Facebook risalenti ad alcuni anni fa“.