berlusconi veronica lario lusso
Una vita nel lusso più sfrenato per Veronica Lario: l’accusa arriva dal Secolo d’Italia

L’ex moglie di Silvio Berlusconi, Veronica Lario, era solita spendere e spandere in beni di lusso inimmaginabili: queste le sue ricche abitudini.

Il ‘Secolo d’Italia’ punta il dito contro Veronica Lario. L’ex moglie di Silvio Berlusconi viene accusata di spendere e spandere e di sperperare soldi senza alcun ritegno per viaggi ed acquisti di lusso. In un articolo si parla degli emolumenti che l’ex attrice riceveva ogni mese dal suo famoso ex marito. Nel pezzo si legge quanto segue. “Cosa si può fare con un milione e 400mila euro al mese, che poi sarebbero quasi 17 milioni di euro all’anno o, se preferite, quasi 50mila euro al giorno? Un comune mortale che tira a campare con 1500 euro al mese, non solo non riuscirebbe a rispondere, ma neanche riuscirebbe a comprendere il senso della domanda. Veronica Lario, invece, sapeva bene cosa farci, eccome, con una somma simile, che poi corrisponde a quanto le sborsava, a titolo di ‘alimenti’, Silvio Berlusconi, prima che il Tribunale di Monza le revocasse il sontuoso beneficio in quanto ormai «autosufficiente» economicamente.

Veronica Lario, “una vita all’insegna del lusso senza ritegno”

Si parla di crociere lunge settimane ai Caraibi, della durata di almeno un mese se non di più. E poi di schiere di parrucchieri, estetiste e personal trainer a domicilio, oltre che di vacanze di lusso a Porto Rotondo, nella altrettanto sfarzosa Villa Certosa. Poi c’è Villa Belvedere di Macherio, con annesso personale di 12 domestici e ben 25 addetti alla sicurezza. “Tutti operanti su turni ed attivi 365 giorni all’anno, a tutte le ore. E come se non bastasse, Veronica Lario chiedeva ed otteneva da Berlusconi e per interposte persone (segretaria e contabili) somme di denaro cash per le spese minute”. Che ovviamente ‘il Secolo d’Italia’ non ritiene essere tali ma di ben’altra taglia. “E per gli spostamenti all’estero la donna non si faceva scrupoli nell’utilizzare aerei ed elicotteri delle società dell’ex marito, quando erano ancora sposati, oltre a soggiornare nelle classi più costose”.

Viaggi ovunque e spese folli, ora le restano grosse proprietà

“Negli ultimi 4 anni ha fatto un vero e proprio giro del mondo, andando in visita per diletto in Brasile, Thailandia, Nuova Zelanda ed Ecuador, per un tour alle Isole Galapagos. “Gli oneri relativi a tutti i viaggi erano sostenuti direttamente dal marito o attraverso veicoli societari a lui riconducibili”, spiegano i giudici che le hanno tolto l’assegno. Ora tutto questo sembra essere arrivato alla fine. Ma la Lario non sembra passarsela male comunque. Infatti le restano diverse proprietà immobiliari, tra le quali una villa in Svizzera, una casa a Londra, un’altra a New York e poi Palazzo Canova e Palazzo Borromini a Milano, da quanto si apprende.