Lowes van der mark melandri cortese Yamaha Superbike 2019
Van der Mark, Lowes, Melandri e Cortese (foto Yamaha Racing)

Superbike 2019: i piloti Yamaha dimenticano Aragon e cercano riscatto ad Assen.

Il Gran Premio di Aragon 2019 Superbike non è stato abbastanza soddisfacente per la Yamaha. Solamente Alex Lowes è riuscito a conquistare dei risultati apprezzabili: quarto in Gara 1, terzo nella Superpole Race e quinto in Gara 2.

Il pilota inglese ha confermato la propria maturazione rispetto agli anni scorsi. È costante e non perde la testa nei momenti topici. Non va oltre il limite quando non è in condizione di ottenere il risultato che vorrebbe, così evita inutili cadute. Ci si aspettava qualcosa di più dal compagno Michael van der Mark, terzo nella classifica finale SBK 2018. Tra Australia e Thailandia è comunque rimasto sempre in top 5, però in Spagna ha faticato più del previsto. Fatica anche per Marco Melandri in questo momento: Aragon da dimenticare per lui. Mentre Sandro Cortese è all’esordio nel campionato e andrà meglio giudicato tra un po’ di tempo. I primi approcci sono comunque positivi finora.

Superbike 2019, Lowes e Van der Mark carichi per Assen

Il team Pata Yamaha WorldSBK arriva ad Assen con grandi ambizioni. Lowes vuole confermarsi il pilota di punta e cercherà di portare a casa la prima vittoria di questo 2019. È carico per il weekend: «Mi sono sempre divertito a correre ad Assen. I fan olandesi sono sempre fantastici, c’è una grande atmosfera per tutto il weekend. Mi sento molto fiducioso con la mia R1 dopo i primi tre round. Ma dovremo rimanere concentrati e lavorare duro da venerdì se vogliamo essere sicuri di avere moto e setup per lottare per il podio. Questo è il mio obiettivo ed è quello a cui lavoreremo come sempre».

Quello di Assen sarà il gran premio di casa di Van der Mark, che è olandese ed è sempre molto motivato quando corre di fronte al suo pubblico. Al TT Circuit è salito tre volte sul podio in sella alla Honda, poi con la Yamaha nel 2018 ha fatto secondo in Gara 1 e terzo in Gara 2. Ovviamente Michael è impaziente di correre: «Non vedo l’ora di iniziare questo fine settimana. La gara di casa dà ulteriore pressione, perché puoi sentire le aspettative della folla, ma mi diverto sempre ad Assen. È una gara speciale, con un sacco di fan, e io apprezzo molto il loro supporto. Per Assen sono fiducioso di poter lottare per il podio, così da ripagare i fan per il supporto».

Superbike 2019, Melandri e Cortese vogliono riscattarsi ad Assen

Melandri sta avendo difficoltà a guidare la sua Yamaha R1. Prima ha avuto problemi di vibrazioni in rettilineo e poi, risolti quelli, ad Aragon faticava nelle curve. Il pilota di punta del team GRT Yamaha conta di rifarsi in Olanda: «Bello tornare di nuovo in pista così presto, possiamo cancellare il ricordo del difficile weekend di Aragon. Assen è una pista molto tecnica e penso che si adatti bene al carattere e ai punti di forza della nostra R1. Più della Thailandia o di Aragon, entrambe con lunghi rettilinei. Dobbiamo stare attenti, poiché le previsioni danno freddo e questo rende difficile mettere e tenere in temperatura la parte sinistra del pneumatico. Ma sono fiducioso Non vedo l’ora che arrivi questo fine settimana ad Assen e la possibilità di mettere alle spalle Aragon».

Cortese finora è sempre riuscito a stare in top 10, cosa positiva per un esordiente in Superbike. Ad Aragon ha avuto pure lui qualche difficoltà, ma il Olanda conta di potersi togliere delle soddisfazioni: «Non vedo l’ora di correre ad Assen, anche se sembra che ci aspetti un weekend più freddo rispetto ad Aragon. Per me è probabilmente uno dei tracciati più belli nei quali corriamo durante la stagione ed è sicuramente quello con più storia. Ho già un buon ricordo delle gare di Assen e conosco molto bene la pista, anche se sarà la mia prima volta in sella alla Superbike. Quindi, ho bisogno di provare e imparare in sella alla R1 il più velocemente possibile, per metterci nella posizione migliore per combattere nella top 10 in tutte e tre le gare di questo fine settimana».

 

Matteo Bellan