Morte Mario Biondo: lo strano episodio poco dopo l’autopsia

0
3240
Mario Biondo
Mario Biondo (Facebook)

Santina D’Alessandro, la madre di Mario Biondo, il cameraman ritrovato senza vita nella casa di Madrid dove viveva con la moglie, Raquel Sanchez Silva, ha pubblicato due post su Facebook in merito al caso.

Nelle scorse settimane si è tornato a parlare del caso legato alla morte del cameraman siciliano Mario Biondo, ritrovato senza vita nell’appartamento di Madrid dove viveva con la moglie, la conduttrice spagnola Raquel Sanchez Silva. A parlarne è stata la trasmissione di Italia 1 Le Iene con alcuni servizi dell’inviato Cristiano Pasca che hanno narrato la vicenda, facendo emergere nuovi dettagli anche con l’ausilio di alcune testimonianze, tra cui quelle dei due genitori di Mario, Giuseppe e Santina Biondo. Lunedì proprio la madre del cameraman ha postato su Facebook un messaggio raccontando un episodio verificatosi pochi giorni dopo la morte del figlio. Questo post ha fatto seguito ad un altro pubblicato due giorni prima, il 6 aprile.

Morte Mario Biondo: i due post pubblicati su Facebook da mamma Santina

La morte di Mario Biondo, il cameraman ritrovato impiccato nella casa dove viveva con la moglie, Raquel Sanchez Silva, il 30 maggio 2013, ha lasciato non pochi dubbi. Del caso si è parlato molto sin dai giorni successivi al ritrovamento e anche ultimamente attraverso i servizi del programma Le Iene che hanno voluto ricostruire le incongruenze sulla morte del ragazzo 31enne. Dopo essere stato archiviato come un caso di suicidio dalle autorità spagnole pochi giorni dopo dal ritrovamento, recentemente la magistratura spagnola ha iscritto nel registro degli indagati il medico legale che ha svolto la prima autopsia sulla salma del cameraman siciliano. I genitori di Mario hanno sempre chiesto chiarezza su quanto accaduto facendo aprire un’indagine in Italia che ha portato a nuovi sviluppi e i cui accertamenti sono ancora in corso. Santina D’Alessandro, la madre di Mario Biondo, ha pubblicato due post su Facebook parlando ancora del caso. Nel primo, postato il 6 aprile, ha invitato i suoi contatti a non scrivere accuse nei confronti della conduttrice spagnola all’interno dei commenti: “Buongiorno carissimi Amici. Devo fare una comunicazione importante !! Per favore nei vostri commenti, non scrivete accuse gravi contro la “vedova” RSS, ad oggi non risulta nemmeno essere iscritta sul registro degli indagati!!! Possiamo accusarla solo su fatti di cui abbiamo le prove: 1) Ha mentito a noi, alla polizia spagnola e ai giudici italiani. 2) Ha infangato la memoria di mio figlio morto che non poteva difendersi. 3) Si è opposta per ben 2 volte alla nostra richiesta di riapertura del caso in Spagna. 4) Ha provato a venderci le cose di mio figlio per recuperare i soldi del funerale. 5) Dopo l’omicidio di mio figlio, ha avuto un comportamento irriverente nei confronti di mio figlio e della nostra famiglia. Grazie della collaborazione!!“.

Nel secondo, pubblicato a soli due giorni di distanza, mamma Santina che da anni chiede giustizia per la morte del figlio, ha raccontato un episodio accaduto pochi giorni dopo il ritrovamento del cadavere di Mario: “Mi è stato inviato questo Tweet dell’1 Giugno 2013 che ha postato Ana Aladro Munìz, una delle più intime amiche della “vedova”. In pratica il giorno dopo che è stata effettuata l’autopsia sul corpo del nostro adorato Mario, lei ha usato il nome di mio figlio per fare pubblicità alle T-shirt che vendeva insieme alla sua cara amica ‘vedova’ al Mercado Motores. Definendo Mario ‘Il nostro Sugar man’. Trovo questa azione ABOMINEVOLE!!!!! La stessa Ana Aladro Munìz, l’11 novembre 2013, posta sul suo Instagram la foto del nuovo compagno della ‘vedova‘ allo stesso Mercado con indosso la stessa T-shirt definendolo “Matias Sugar man” !! Della serie: ‘Morto un papa se ne fa un altro’ È ovvio che la relazione con la ‘vedova’ era iniziata precedentemente!!! Ana Aladro Munìz oltre a ridere e scherzare davanti alla camera ardente sei davvero una ‘mala persona’!!!!“. Il lungo messaggio di Santina è stato accompagnato da alcune foto a testimonianza di quanto raccontato. Adesso i genitori di Mario Biondo sono in attesa della terza autopsia effettuata sul corpo del figlio in Italia, i cui risultati dovrebbero arrivare a breve e da cui potrebbero emergere nuovi dettagli sul decesso del ragazzo ritrovato morto 6 anni fa.

Leggi anche —> Morte Mario Biondo, tutte le incongruenze della moglie Raquel

Leggi anche —> Mario Biondo: le incongruenze sulla morte del cameraman 31enne