Regole 2021, la Ferrari non ci sta: ecco le richieste

0
841

F1 | Regole 2021, la Ferrari non ci sta: ecco le richieste

Sembrano lontani anni luce quei momenti in cui un battagliero ex Presidente Ferrari Sergio Marchionne ribadiva che la Ferrari sarebbe rimasta in F1 soltanto a patto di essere riconoscibile come tale. Il suo pugno duro aveva dato la parvenza di poter essere più forte dell’idee di uno sport più democratico reclamato a gran voce da Liberty Media ed invece, a quanto pare un accordo tra il Cavallino, la proprietà del Circus e la FIA non si è ancora trovato.

-> Per tutte le notizie di F1, MotoGP e WRC CLICCA QUI

Dopo alcune discussioni avvenute in Bahrain, a breve ne seguiranno altre per definire le regole tecniche per il 2021.
Per noi è importante che vengano raggiunti gli accordi giusti, quindi non dovremmo farci prendere dalla fretta“, ha affermato il boss Mattia Binotto a Motorsport.com. “Continueremo a discutere con la Federazione e la F1. Ci sono molti punti che dobbiamo ancora  chiarire come la governance, le entrate, i regolamenti tecnici, quelli finanziari e la standardizzazione. Insomma, è un elenco piuttosto lungo. Personalmente sono ottimista sulla collaborazione che abbiamo avviato, quindi sono convinto che troveremo l’equilibrio“, ha aggiunto.

Tra le possibilità emerse dall’ultimo meeting c’è quella di lavorare sulle regole fino a dicembre, una chance che ha fatto tirare a tutti un sospiro di sollievo, salvo porre le squadre davanti ad un altro ostacolo. Quello di un voto unanime per questo spostamento visto che i cambiamenti regolamentari avrebbero dovuto essere approvati entro giugno di quest’anno.

Riflettendo sullo stato attuale della questione, il capo del muretto Rosso ha detto: “Il processo è ancora in corso. Ci sono ancora dei punti in cui c’è una certa distanza rispetto alla posizione della FIA e quella della Ferrari, ma stiamo ancora discutendo. Penso che sarà un bene per la F1 trovare un accordo e sono abbastanza sicuro che lo faremo“.

Chiara Rainis