Sebastian Vettel chiede aiuto: “Solo così potrò vincere”

0
1007

F1 | Sebastian Vettel chiede aiuto: “Solo così potrò vincere”

Quando si inizia a cercare protezione dagli dei non è mai un buon segno ed è evidente che Sebastian Vettel, dopo appena due GP nel 2019, è a questo livello.

Magari, se anche un po’ di fortuna ci assiste, questa è la volta buona…“, l’augurio del tedesco alla vigilia del terzo round stagionale in programma il prossimo weekend sul circuito cinese di Shanghai.

Autore finora di un quarto e di un quinto posto, il pagatissimo driver della Ferrari è apparso poco in forma e soprattutto meno reattivo rispetto al giovane compagno d squadra Charles Leclerc. Ma non solo. Il tedesco ha dimostrato di non essere stato in grado di lavorare su sé stesso dopo un 2018 denso di errori fatali per la conquista del mondiale.

Storicamente io ho vissuto diverse belle gare su questo tracciato e con la Rossa sono andato più di una volta vicino alla vittoria. Quella di Shanghai è una delle piste più difficili del campionato“, ha snocciolato.

-> Per tutte le notizie di F1, MotoGP e WRC CLICCA QUI

Due curve sono fondamentali, ovvero la prima e la 13, quella che immette sul lunghissimo rettilineo da oltre un chilometro. Sono entrambe molto tecniche e non è sempre facile trovare la linea migliore per affrontarle”, ha proseguito analizzando il layout. Sono complesse non solo in qualifica, quando c’è da dare tutto in un giro, ma anche durante la corsa. Salvaguardare le gomme qui è la cosa più importante”.

Il boss Mattia Binotto vuole di più – “Il circuito cinese è dotato di un lunghissimo rettilineo e curvoni che sollecitano in modo particolare l’anteriore. Caratteristiche diverse rispetto ai precedenti che abbiamo incontrato“, il parere del team principal. “

Dal canto nostro vogliamo accertarci della competitività della SF90 anche su questo tipo di tracciato, e verificare che i problemi di affidabilità avuti non si ripetano. Come sempre siamo desiderosi di fare bene e di confrontarci con i nostri avversari. Sarà la gara numero 1000 della storia della F1. Una ragione in più per provare ad eccellere“, ha riassunto le attese.

Chiara Rainis