Drammatico incidente: giovane ragazza travolta ed uccisa

0
352
Ambulanza e Carabinieri (foto dal web)

Una ragazza di 26 anni, Alina Marchetta è stata travolta ed uccisa da un’autovettura ieri sulle strade di Forlì. Alla guida dell’auto c’era una 20enne risultata avere un tasso alcolemico più alto di quanto consentito dalla legge

Ancora sangue sulle strade italiane. La vittima questa volta è una ragazza romana di 26 anni travolta ed uccisa da un’autovettura a Forlì. La tragedia si è consumata intorno alle 10 di ieri mattina, domenica 7 aprile, quando Alina Marchetta stava camminando in un tratto di strada riservato ai pedoni in viale Salinatore, ma improvvisamente è stata investita da una Nissan Micra condotta da una ragazza di 20 anni. Sul posto sono immediatamente arrivati i soccorsi che purtroppo non sono riusciti a rianimare Alina, deceduta sul colpo. Sul luogo dell’incidente sono sopraggiunti anche i carabinieri che, dopo aver effettuato i test per rilevare l’eventuale presenza di alcool o sostanze stupefacenti nel corpo della 20enne, hanno proceduto all’arresto della conducente risultata avere un tasso alcolemico più alto di quanto consentito dalla legge ed ora accusata di omicidio stradale.

Travolta ed uccisa da un’autovettura guidata da una ragazza

Una 26enne romana commessa in un negozio di un centro commerciale di Forlì è stata travolta ed uccisa da un’auto nella mattinata di ieri. La vittima, Alina Marchetta, secondo quanto riporta la redazione di ForlìToday, si trovava su un tratto di strada riservato ai pedoni in viale Salinatore nei pressi della circonvallazione del capoluogo di provincia romagnolo quando è stata investita da un’auto, la quale ha invaso l’area e ha divelto un palo della luce che ha colpito la vittima. Alla guida della Nissan Micra che ha investito ed ucciso Alina vi era una ragazza di Castrocaro, comune della provincia di Forlì che avrebbero perso il controllo del mezzo piombando sulla giovane vittima. I sanitari del 118 arrivati sul luogo non sono riusciti a salvare la vita di Alina che è morta sul colpo e della quale è stato constatato immediatamente il decesso. Il personale medico ha prestato soccorso anche alla conducente, trasportata presso l’Ospedale Morgagni-Pierantoni, da cui è stata dimessa poche ore dopo. La ragazza, dopo essere stata sottoposta ai test per alcool e droga, è stata arrestata dai carabinieri in quanto risultata avere un tasso alcolemico alla guida più alto del consentito. La conducente adesso dovrà rispondere di omicidio stradale e guida in stato d’ebbrezza. Il tratto di strada teatro del drammatico incidente è rimasto chiuso per alcune ore per consentire i rilievi dei carabinieri e dalla Polizia Locale e ai tecnici di ripristinare il palo divelto dall’autovettura.

Leggi anche —> Omicidio Marco Vannini: spuntano nuove testimonianze