Superbike Aragon, Bautista: “Vittoria speciale”. Rea: “Gap impressionante”

0
1562
Alvaro Bautista Superbike Aragon 2019 Gara 1
Alvaro Bautista (foto Twitter Ducati)

Superbike, Aragon 2019: Bautista, Rea e Davies commentano Gara 1.

Sempre e solo Alvaro Bautista. Il pilota del Aruba Racing Ducati ha dominato Gara 1 del Gran Premio di Aragon 2019 Superbike. È la settima manche su sette che vince in questo avvio di stagione, uno strapotere netto da parte dello spagnolo.

L’ex rider MotoGP oggi ha vinto con oltre 15″ di vantaggio su un Jonathan Rea che ha dovuto sudarsi la seconda posizione finale. Il campione del mondo in carica SBK non era perfettamente a posto con la sua Kawasaki. Partito decimo, ha dovuto rimontare e battagliare tanto soprattutto con Chaz Davies. Il gallese si è rivisto finalmente in lotta per le posizioni che contano e ha conquistato il suo primo podio con la Panigale V4 R.

Superbike, GP Aragon 2019: Bautista, Rea e Davies commentano Gara 1

Bautista ovviamente al settimo cielo per aver vinto Gara 1 Superbike. In questo weekend si corre in Spagna di fronte al suo pubblico e dunque trionfare ad Aragon ha un sapore particolare. Queste le sue parole poco dopo la corsa: «È una vittoria veramente speciale, sono molto felice. Ringrazio tutti i tifosi che mi sostengono e mi spingono dalle tribune. Ho fatto una buona partenza, tenendo la prima posizione e riuscendo poi a tenere il mio ritmo. Mi sono divertito molto a guidare, spero si sia divertita anche la gente. A volte essere da solo davanti è difficile, perché devi essere particolarmente concentrato rispetto a quando sei in battaglia».

Rea ha conquistato la seconda posizione per la settima volta consecutiva. Non riuscendo a battere Alvaro, cerca almeno di conquistare il miglior piazzamento possibile in alternativa al primo. Il quattro volte campione SBK si è così espresso dopo Gara 1: «Il secondo posto era la cosa migliore che potevo sperare partendo decimo. Ho fatto un errore in Superpole, non riuscendo con la gomma da tempo a fare il giro veloce. Sono partito bene, poi ho lottato con le Yamaha e con Davies. È stata una bella battaglia quella con Chaz. Il distacco dalla testa è veramente impressionante, complimenti ad Alvaro. Guardo con positività a domani».

Può essere felice Davies, finalmente più a suo agio con la Ducati Panigale V4 R e probabilmente aiutato sia dal fatto di aver svolto ad Aragon un test poco tempo fa che dall’aver sempre avuto buon feeling sul tracciato del MotorLand. Contento Chaz al termine della manche, conclusa con un incoraggiante terzo gradino del podio: «Sono stato molto forte qui in passato, però ora le cose sono più difficili. Questo non è stato un weekend molto fluido, abbiamo avuto dei problemi. Ma mi sentivo di poter fare una buona gara. È bellissimo essere sul podio, era passato del tempo dall’ultima volta. Lo dedico ai ragazzi del team, penso siano più felici di me perché lavorano veramente sodo. Spero di fare meglio domani».

Matteo Bellan