Modello unificato dell’auto: in vigore dal 1° gennaio 2020

0
459
Auto
Getty Images

Modello unificato dell’auto: in vigore dal 1° gennaio 2020

In Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti relativo all’approvazione del modello unificato per il rilascio del documento unico di circolazione e di proprietà. Dal 1° gennaio 2020, sarà abrogata la modulistica sulle immatricolazioni e l’aggiornamento della carta di circolazione, attualmente usata dalla Motorizzazione e dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che verrà sostituita dal prototipo presente nel decreto stesso.

In base alla nuova disciplina sarà più veloce ed economico sbrigare tutte le pratiche che riguardano l’automobile. Basterà compilare un documento, chiamato modello unificato, per ottenere un unico certificato che attesta la proprietà del veicolo e ne autorizza la circolazione. Viene quindi abrogata la modulistica in uso presso gli uffici della Motorizzazione Civile impiegate per le istanze di immatricolazione, rinnovo dell’immatricolazione e aggiornamento della carta di circolazione conseguente al trasferimento di proprietà dei veicoli. Analogamente, è stata abrogata anche la modulistica in uso presso il Pubblico Registro Automobilistico per la richiesta di prima iscrizione e rinnovo dei medesimi veicoli.

Per tutte le news sul Codice della Strada LEGGI QUI

Non solo un risparmio di tempo, ma anche di denaro visto che verranno dimezzati i bolli da pagare, passando dai 4 attuali ai due del futuro, che permetterà di pagare 32 euro anziché 64. Il modello unificato è già stato reso pubblico ed è consultabile sul sito dell’ACI.