Scoperto il guasto al motore Ferrari di Leclerc: ecco cos’è successo

0
3986
Charles Leclerc (©Getty Images)

F1 | Scoperto il guasto al motore Ferrari di Leclerc: ecco il comunicato ufficiale.

Dopo aver effettuato minuziose indagini sulla SF90 #16, la Ferrari è finalmente riuscita a capire cosa è successo domenica scorsa sul circuito del Bahrain, quando uno scatenato Charles Leclerc, ad una manciata di tornate dalla conclusione, si è visto privare della prima vittoria in carriera a causa di un problema tecnico che lo ha fatto arretrare in terza piazza.

C’è stato un corto circuito interno a una centralina di attuazione dell’iniezione motore“, la conferma del team.

A bloccare il monegasco nel corso del round desertico della F1, è stato dunque un guasto ad un iniettore provocato da un cortocircuito elettrico.

-> Per tutte le notizie di F1, MotoGP e WRC CLICCA QUI

Come già scritto in un precedente articolo, il 21enne potranno conservare la PU utilizzata a Melbourne e Manama, visto che non è stata danneggiata. “Leclerc disporrà della medesima power unit impiegata ad Al-Sakhir anche in Cina“.

Il comunicato ufficiale della Rossa ha tenuto a sottolineare come in Bahrain Charles abbia “condotto la gara da protagonista fino a pochi giri dal termine”.

Nei giorni successivi alla corsa i tecnici e gli ingegneri della scuderia hanno avuto modo di analizzare nei dettagli a Maranello quanto accaduto alla SF90 e sono arrivati alla conclusione che a penalizzare l’auto è stato un corto circuito interno a una centralina di attuazione dell’iniezione motore. Questo tipo di anomalia non si era mai presentata sulla componente in questione”, prosegue il testo.

Cosa è successo alla Ferrari – In pratica il campione di F2 2017 si è ritrovato con un propulsore capace di spingere con appena cinque cilindri e non più in grado di erogare la potenza di cui in possesso. La noia tecnica è stata acuita dal fatto che con un cilindro che creava attrito la perdita di cavalli si è ripercossa pure sul turbo e sull’MGU-H, sezione quest’ultima che in un primo momento era sembrata la causa di tutto.

Chiara Rainis