MotoGP a Spa: il governo belga investe 29,5 mln

0
333
Circuito di Spa - Belgio
photo Facebook

MotoGP a Spa: il governo belga investe 29,5 mln

Il Gran Premio di Spa-Francorchamps è una delle gare storiche e più attraenti della Formula, ma il governo belga non è soddisfatto e ha deciso di pianificare un piano di investimenti per aggiungere due eventi importanti: la MotoGP e il World Endurance Championship (EWC). Il governo vallone avrebbe ottenuto un prestito di 29,5 milioni di euro per riorganizzare il Gran Premio di Spa-Francorchamps in MotoGP. Il prestito sarebbe stato concesso dalla società di investimento SOGEPA, di cui 28,9 milioni di euro saranno spesi per la manutenzione delle infrastrutture.

Il governo vallone spera di ospitare l’Endurance Grand Prix nel 2022 e il Motomondiale nel 2024. Un’impresa più difficile la seconda, se si considera che nei prossimi anni all’odierno calendario della MotoGP dovrebbero aggiungersi alcune date quasi certe: la prima è il Gran Premio della Finlandia, che dovrebbe tenersi già dal 2020 portando a venti il numero delle tappe, un limite che nessun pilota vorrebbe superare. Dal 2021 dovrebbe esordire anche il GP dell’Indonesia, dove è in fase di progetto un tracciato semicittadino nella città di Mandalika, nell’isola di Lombok. Un’opera che ha già ottenuto il consenso della FIM e che avrà il duplice obiettivo di attrarre il turismo in un’area colpita dallo tsunami negli anni scorsi e che convoglierà migliaia di appassionati delle due ruote.

Ragionando per assurdo se venisse dato l’ok anche al tracciato di Spa le gare in calendario salirebbero a 22, un numero praticamente ingestibile per team e piloti. Di conseguenza una gara in terra spagnola potrebbe venire meno, dal momento che la nazione iberica è l’unica ad ospitare quattro tappe stagionali: Catalunya, Aragon, Jerez e Valencia. Considerando che Jerez è uno dei tracciati favoriti da tutti i piloti, che qui effettuano test privati e collettivi, quale dei tre circuiti rappresenterà l’agnello sacrificale?