Marc Marquez: “Chi vorrei essere? Valentino Rossi”

Lo spagnolo ammette che ruberebbe qualcosa al Dottore

0
1650
Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez: “Chi vorrei essere? Valentino Rossi”

Marc Marquez tra una gara e l’altra è spesso occupato in importanti eventi promozionali. In questi giorni il rider spagnolo è stato impegnato per lo sponsor Estrella Galicia in Brasile e lì si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni davvero particolari sul proprio futuro in MotoGP e sul proprio passato.

Come riportato da “Marca”, Il 7 volte campione del mondo ha così affermato: “Quando si discutono i contratti è chiaro che arrivano tante offerte, poi bisogna decidere se dare la priorità allo sport, ai sentimenti o ai soldi. Io seguo sempre la passione. Mi piace l’aria familiare che si respira in Honda, per me questa è la cosa più importante”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Marc Marquez CLICCA QUI

Lo spagnolo sogna di correre contro il fratello

Si è poi parlato anche della possibilità di condividere il box con il fratello: “Mi piacerebbe tanto naturalmente. Mi piacerebbe già che lui possa arrivare in MotoGP così da condividere la stessa gara, così non sarei più così nervoso nel guardare la Moto2. Sarebbe un sogno correre contro di lui”.

Interpellato sulla possibilità di correre il TT sull’Isola di Man Marc Marquez ha così dichiarato: “Non ci correrei. Ho molto rispetto per i piloti che lo fanno, ma non mi piace. Vado in moto per divertirmi, per godermi la guida, per cercare il limite. Lì, invece, ti giochi la tua vita Mi è sempre piaciuto il calcio, poi c’è stato un momento in cui mio padre mi ha detto che sia le gare che le partite si fanno di domenica e quindi dovevo scegliere. Però mi piace il calcio, ma come calciatore non sarei arrivato quindi oggi sarei un meccanico di moto o qualcosa di simile”.

Infine il pilota della Honda, quando gli è stato chiesto con quale rider farebbe cambio ha risposto: “Ci sono molti punti di forti di Valentino Rossi che fa molto bene e anche Jorge Lorenzo quando era nel suo punto più alto in Yamaha, quindi mi piacerebbe un mix di diversi piloti, logicamente tutti quelli al top. Di quelli del passato, invece, dico Doohan. Come personaggio era molto simile a me anche se il suo stile di guida era molto diverso”.

Antonio Russo