Hamilton difende Vettel: “Gli errori? Cose che capitano”

0
127
Sebastian Vettel e Lewis Hamilton (©Getty Images)

F1 | Hamilton difende Vettel: “Gli errori? Cose che capitano”

Lo aveva già spalleggiato lo scorso anno quando tutti gli avevano dato addosso per gli errori a catena che di fatto hanno privato la Ferrari del mondiale sia per quanto riguarda la classifica piloti, sia per quella costruttori. Lewis Hamilton in questi giorni è tornato a prendere le difese di Sebastian Vettel, dopo l’ennesimo passo falso compiuto in Bahrain, dove è stato umiliato anche dal novellino Charles Leclerc.

“I suo sbagli sono minuscoli rispetto allo status che si è creato nel tempo in F1”, le parole del 5 volte iridato riportate da Motorsport.con. “Solo per il fatto di aver centrato il titolo in quattro occasioni, non vuol dire certo che non si possano avere del fine settimana da dimenticare“.

“Guardando la sua carriera possiamo affermare che è stato autore di performance eccezionali che superano di gran lunga le corse in cui ha faticato”, ha proseguito nell’esaltazione, forse un po’ ruffiana, del rivale, consapevole di avere sempre e comunque più chance di confermarsi a fine 2019 per doti personali e una maggior freddezza della Mercedes anche nelle fasi buie. “Quando domenica è andato in testacoda, per esempio, è stata solamente una sbavatura“.

Per tutte le notizie di F1, MotoGP e WRC CLICCA QUI

Può capitare di girarsi a causa di un assetto non giusto per la monoposto“, ha aggiunto tornando all’episodio accaduto a Manama quando il tedesco della Rossa era in lotta proprio con la sua W10. “Chi sta fuori non capisce tutte queste piccole cose che facciamo. A volte le differenze sono molto ridotte, eppure sembrano davvero enormi”.

Non so perché Seb sia stato poco competitivo ad Al-Sakhir, ma sono cose che succedono. Per qualche motivo vai bene nelle prove e poi nel GP sei indietro. E’ evidente che si è trovato in uno di quei giorni complicati da comprendere, ma lui è un campione del mondo, un grande atleta. Si riprenderà e continuerà a spingere“, ha concluso il suo pensiero il driver di Stevenage.

Chiara Rainis