Grave lutto per Sergio Sylvestre: “mi mancherai”

0
866

sergio sylvestre lutto

Grave lutto per Sergio Sylvestre: struggente messaggio del cantante, diventato famoso grazie ad Amici: “mi mancherai, ti vorrò sempre bene”.

Sergio Sylvestre piange la morte di un caro amico sui social. Il cantante, diventato famoso grazie alla partecipazione ad Amici di Maria De Filippi dove aveva conquistato tutti sin dal primo giorno con la sua straordinaria voce e la sua anima buona e gentile, su Instagram, ha dedicato un ultimo e toccante pensiero a Osvaldo dj, morto lo scorso primo aprile.

Sergio Sylvestre piange la morte dell’amico Osvaldo: “mi mancherai, ti vorrò sempre bene”

Osvaldo Dell’Anna, questo il nome dell’amico di Sergio Sylvestre, meglio conosciuto come Osvaldo dj, è scomparso a soli 39 anni, stroncato da una malattia. “Non ci sono parole per descrivere come mi sento adesso, mi mancherai. Ti vorrò sempre bene, ciao Osvaldo”, ha scritto Sergio condividendo sui social una foto in cui è inzsieme all’amico. Il dj lascia una moglie e due figli. Proprio la mogie, su Facebook, come riporta La Repubblica, ha pubblicato un toccante messaggio.

“Ho messo il tuo pigiama amore mio e piango. Non sono solo triste. Sono arrabbiata con il mondo” – scrive la vedova di Osvaldo dj – Forse ero troppo fortunata, avevo un marito speciale che mi amava, due figli bellissimi, un futuro stabile. La vita mi ha regalato una gioia immensa, quella di diventare mamma, e nel giro di un secondo togliermi la mia metà. Oggi tutti mi dicono forza forza, lui vorrebbe vederti felice – scrive ancora – Io dico no, oggi secondo me lui vorrebbe esser con me, con i nostri figli, vederli crescere e pronunciare il suo nome, camminare, sorridere. Ho perso un marito speciale, che non vedeva l’ora di diventare papà”.

“Il tumore non guarda in faccia nessuno, devi solo sperare di essere fortunato – dice la moglie – E tu amore mio non lo sei stato per niente. Hai lottato come un leone con una positività che ti ha sempre contraddistinto, che all’inizio aveva convinto tutti. In venti giorni abbiamo capito che la battaglia la stavamo perdendo ma tu non hai mai perso le speranze”.