Sebastian Vettel (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel (Foto Ferrari)

Formula 1 | Vettel medita il ritiro dalla F1: “Ecco quando (e perché) potrei smettere”

La notizia è che Sebastian Vettel potrebbe ritirarsi dalla Formula 1 nel giro di due anni. E la fonte è più che autorevole, visto che ad affermarlo è lui stesso. A sorprendere di più, però, è il motivo: la pressione psicologica, gli errori di guida, le delusioni patite con la Ferrari non c’entrano. A far perdere interesse al campione tedesco nei confronti di questo sport sono i cambiamenti proposti dai nuovi proprietari della F1, gli americani del gruppo Liberty Media, e che minacciano di stravolgere il volto del Mondiale a quattro ruote così come lo conosciamo oggi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Vettel nostalgico

“Molti dei valori che animavano le corse oggi sono presenti solo in parte”, ha lamentato Vettel in un’intervista rilasciata al quotidiano inglese Times alla vigilia del Gran Premio del Bahrein. “Oggi la Formula 1 è più uno show, un business, che uno sport. Probabilmente la stessa cosa vale anche per altri sport, ma difficilmente filtra giù fino all’atleta, come invece succede qui”. Nel mirino ci sono le novità, allo studio proprio in questi mesi, che gli organizzatori della F1 hanno intenzione di introdurre a partire dal campionato del mondo 2021, rivoluzionando il regolamento tecnico ma anche la gestione sportiva della serie.

La tendenza che sta spostando l’ago della bilancia più verso l’intrattenimento che verso la competizione, nell’ottica di Vettel, rischia dunque di inasprirsi ulteriormente: “Se diciamo di essere uno spettacolo, allora portiamo avanti lo spettacolo. Invece penso che stiamo perdendo tantissimo tempo ed energie con regolamenti costosissimi e che non servono a niente”, ha aggiunto il quattro volte iridato. Dalle scelte che saranno operate dalla Liberty, insomma, dipende la decisione ultima di Vettel: se rinnovare o meno il suo attuale contratto con la Ferrari, che scade alla fine del 2020. “Sono sicuro di voler correre quest’anno e il prossimo anno, poi non so cosa accadrà alle regole”, ha messo in chiaro Seb. “Nessuno lo sa veramente. Ma non continuerò a correre solo per il gusto di essere in Formula 1”. Dopo l’addio di Fernando Alonso, dunque, il Mondiale è destinato a perdere un altro nome di primissimo piano?