Superbike, Melandri: “Obiettivo podio ad Aragon”. Problemi risolti?

0
160
Marco Melandri Superbike 2019 Yamaha
Marco Melandri e un’ombrellina (©Getty Images)

Superbike, Aragon 2019: Melandri e Cortese carichi per il GP al MotorLand.

Nel fine settimana in arrivo il campionato mondiale Superbike 2019 farà tappa in Spagna per il Gran Premio di Aragon. Si tratta del primo appuntamento europeo della stagione e c’è molta curiosità di vedere quali saranno i valori sulla pista del MotorLand.

In casa Yamaha c’è grande voglia di interrompere il dominio di Alvaro Bautista con la Ducati Panigale V4 R. Il pilota spagnolo sarà supportato dai suoi tifosi nel weekend, però la concorrenza punta a mettergli i bastoni tra le ruote dopo lo strapotere mostrato tra Australia e Thailandia. Il team Pata Yamaha WorldSBK con Alex Lowes e Michael van der Mark ambisce a fare un GP da protagonista, dopo i tre podi dell’inglese a Buriram. Ma anche il debuttante team GRT Yamaha WorldSBK ha ambizioni importanti.

Superbike, Aragon 2019: Melandri vuole il podio con la Yamaha

La squadra italiana guidata da Filippo Conti e Mirko Giansanti è andata bene nei primi due gran premi del campionato mondiale Superbike 2019. Avendo il supporto di Yamaha, è riuscita a conquistare dei buoni risultati. Sicuramente il pacchetto tecnico è competitivo, la R1 è una moto cresciuta di anno in anno e che in questa stagione dovrebbe compiere un salto di qualità ulteriore.

Certamente il pilota di punta, o comunque di maggior spessore del team GRT Yamaha WorldSBK, è Marco Melandri. Dopo il podio di Gara 1 a Phillip Island, è sempre arrivato sesto nelle manche successive. Il suo potenziale era maggiore, ma è stato fermato da alcuni problemi. In particolare a Buriram sono riaffiorate quelle incredibili vibrazioni in rettilineo che avevamo già visto quando guidava la Ducati nel 2018. Un aspetto sul quale dover lavorare, perché altrimenti l’esperto rider ravennate è costretto a correre senza poter dare tutto il gas. Un limite non da poco e sul quale certamente sono intervenuti all’interno del suo box.

Melandri si avvicina al Gran Premio di Aragon Superbike con molta fiducia, consapevole che il team sta lavorando bene per metterlo in condizione di ottenere risultati soddisfacenti: «Sono felice di tornare in Europa e Aragon è uno dei circuiti più belli in cui corriamo durante la stagione. Il lungo rettilineo non giova ai nostri punti di forza, ma ci sono molte sezioni tecniche, con belle curve, dove penso che possiamo essere molto competitivi. La fine della gara è piuttosto difficile per noi, ma sono emozionato per il weekend che ci attende e sono fiducioso di poter trovare una soluzione ai problemi che abbiamo vissuto in Thailandia. Il podio è il nostro obiettivo questo fine settimana; non sarà facile, ma è un obiettivo realistico.».

Il pilota italiano sogna di salire sul podio in Spagna, la pista del MotorLand gli piace e spera di essere davanti nelle gare. Anche il suo compagno Sandro Cortese ambisce a disputare un weekend positivo, lui è un debuttante in SBK e dunque parte in svantaggio rispetto a Marco e ad altri colleghi più esperti. Tuttavia, il campione del mondo Supersport 2018 sta mostrando buona felicità ed è fiducioso per il futuro: «Sono felice di tornare in Europa per la gara di Aragon. Il circuito di Aragon è uno che mi piace e uno che conosco molto bene. È una delle piste più difficili del calendario, con molti cambi di pendenza e una combinazione di curve veloci e lente, quindi spero che si adatti bene alla Superbike, che guiderò per la prima volta qui questo weekend».

Matteo Bellan