Nicolò Bulega deve essere operato: salterà il GP delle Americhe

0
291
Nicolò Bulega
Getty Images

Moto2, Nicolò Bulega deve essere operato: salterà il GP delle Americhe

Nicolò Bulega aveva finalmente trovato il giusto feeling con la Kalex. Costantemente nella top-10, eccezion fatta per la prima sessione di libere in Argentina, in gara era uno dei favoriti per lottare nel gruppo di testa, ma è dovuto rientrare anzitempo ai box dopo aver provato a stringere i denti.

Da qualche tempo, come confermato da suo padre Davide, il 19enne emiliano, che ha esordito in Moto2 quest’anno, soffre di sindrome compartimentale al braccio destro, l’ormai tristemente famoso problema comune dei piloti. Non c’è altro rimedio che l’intervento chirurgico: “Dopo alcuni giri si blocca completamente il braccio e perdi l’uso delle dita a tal punto da non riuscire neppure a sollevare un bicchiere. Ora si opera e poi si vedrà”, ha spiegato il padre. Un esordio davvero sfortunato per Nicolò Bulega che, dopo una difficile stagione 2018 in Moto3, aveva finalmente trovato una moto più a sua misura. Restano incerti i tempi di recupero, ma improbabile un suo ritorno in pista prima del mese di maggio.

Il problema della sindrome compartimentale si sta verificando con sempre maggiore frequenza negli ultimi anni a causa soprattutto dell’aumento del peso e della potenza delle moto, che richiedono più forza nella guida. Sebbene la preparazione fisica rivesta un ruolo sempre più centrale nell’allenamento dei piloti, gli avambracci vengono sottoposti ad eccessivi sforzi in accelerazione, frenata e nei cambi di direzione, provocando questo problema pur senza cadute. Lunga la lista dei piloti che sono dovuti ricorrere ad intervento chirurgico per risolvere questa sindrome: negli ultimi cinque anni ha colpito Dani Pedrosa, Loris Baz, Cal Crutchlow, Pol Espargarò e Takaaki Nakagami.

Sotto i ferri anche Augusto Fernandez

Out anche Augusto Fernández operato a Barcellona nella giornata di martedì. Il pilota del team FlexBox HP40 ha così posto rimedio alla frattura al braccio sinistro riportata nel corso delle FP3 in Argentina. L’intervento è stato realizzato dal dottor Xavier Mir al Hospital Universitari Dexeus – Grupo Quirónsalud nel capoluogo catalano. Operato martedì, Fernández verrà dimesso nella giornata odierna per dare il via alla riabilitazione. Resta al momento incerta la sua partecipazione al GP delle Americhe, in programma dal 12 al 14 marzo.