Mick Schumacher: “Sulla Ferrari mi sono sentito a casa”

Mick Schumacher (©Getty Images)

F1 | Mick Schumacher: “Sulla Ferrari mi sono sentito a casa”

Per un po’ il suo nome è stato in testa alla classifica provvisoria della prima giornata di test della F1 in Bahrain, poi però quando mancava poco a fine sessione è stato beffato dal più navigato Max Verstappen su Red Bull . In ogni caso il debutto di Mick Schumacher al volante della SF90 di Vettel e Leclerc, è stato un successo, sia per il riscontro avuto in pista, sia per quello mediatico.

Come tutti, il tedeschino si è mostrato emozionato quando ha dovuto raccontare ciò che ha provato nel vestire i panni di papà Michael.

E’ stato bellissimo“, il suo riscontro al termine di una prova che lo ha visto concludere in seconda piazza con 56 giri completati e un crono di 1’29″976. “Mi sentivo già come a casa, può sembrare strano ma tutto è stato molto familiare. La prima cosa che mi ha colpito è stata vedere tutti quei meccanici che lavoravano intorno alla macchina”.

Per tutte le notizie di F1, MotoGP e WRC CLICCA QUI

“Una volta al volante è stato pazzesco sentire tutta quella potenza”, ha quindi condiviso il suo feeling tecnico. “È difficile da descrivere la velocità che si può avere in curva. Incredibili anche trazione e frenata, ti sembra di aver staccato al limite e scopri che puoi andare oltre, ogni giro ti sposti più avanti e vedi che ce n’è ancora”.

Malgrado la pioggia abbia complicato le cose, ho completato un buon numero di tornate, inoltre ho imparato moltissimo nel confronto con gli ingegneri e spero che questo mi possa tornare utile in F2“, ha aggiunto promettendo che cercherà di non bruciare le tappe pur di arrivare nel Circus.

Ho appena iniziato il mio primo anno nella serie cadetta, dunque vedremo come andrà. Voglio arrivare in F1 come un pilota completo, essere il più preparato possibile, e sarà il tempo a dire se accadrà nel 2020 o più tardi. Sto facendo un passo alla volta”, ha concluso con maturità e umiltà.

Chiara Rainis