La Mercedes di Formula E esce dai box sul circuito di Varano (Foto Mercedes)
La Mercedes di Formula E esce dai box sul circuito di Varano (Foto Mercedes)

Formula E | La F1 non basta più: Mercedes porta in pista una nuova auto (GALLERY)

In Formula 1 ha iniziato l’ennesimo campionato del mondo da dominatrice. Ma la Mercedes non accenna ad accontentarsi, anzi, rilancia in vista della sua prossima sfida: il debutto in Formula E. Lo sviluppo della prima monoposto elettrica nella storia della Stella a tre punte prosegue a pieno regime e, la settimana scorsa, la macchina ha mosso i suoi primi giri in pista, per tre giornate di test consecutive.

C’è tanta Italia nell’ultima creatura dell’acerrima rivale della Ferrari. E non solo perché le prove si sono svolte sul circuito di Varano de’ Melegari, nel parmense. Uno dei due piloti, infatti, è stato il nostro Edoardo Mortara, attuale titolare del team Venturi ma ex uomo Mercedes (fu portacolori del marchio nel campionato turismo tedesco Dtm nel biennio 2017-2018). L’altro è Stoffel Vandoorne, vecchia conoscenza della Formula 1 con la McLaren e attualmente in Formula E con il team Hwa Racelab, squadra tedesca che vanta stretti legami con la Casa di Stoccarda. Assente, invece, il suo compagno di squadra Gary Paffett, impegnato nella contemporanea gara della International Gt Challenge a Laguna Seca, negli Stati Uniti.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Le parole di Toto Wolff

La prima giornata, quella di mercoledì, è stata dedicata al primo collaudo, che come vuole il regolamento è durato appena cinquanta chilometri per consentire un controllo dei sistemi. Nel corso dei due giorni successivi, in compenso, la Mercedes da Formula E ha percorso in totale ben 527 km, raccogliendo informazioni e dati preziosi per il miglioramento della prima versione del motore. Palpabile l’entusiasmo del boss Toto Wolff: “Quando una nuova macchina da corsa prende vita e scende in pista per la prima volta, è sempre un momento molto speciale”, ha commentato. “Non solo abbiamo raggiunto un momento cruciale per il nostro team ancora così giovane, ma abbiamo gettato delle fondamenta solide per l’ulteriore sviluppo. C’è ancora molto lavoro da fare prima del nostro debutto in gara, che avverrà all’inizio della prossima stagione, verso la fine dell’anno”.