Carabinieri
Carabinieri del R.O.S (Raggruppamento operativo speciale)(Getty Images)

Il reparto Ros dei carabinieri ha arrestato quattro ragazzi, sventando il loro diabolico piano messo in piedi per uccidere un rivale in amore. L’omicidio doveva essere messo in atto attraverso la ricina, sostanza velenosa utilizzata nella celebre serie tv Breaking Bad.

Quattro giovani, tra i 20 e i 24 anni, vicini all’ambiente di estrema destra di Casapound e Blocco studentesco sono stati arrestati all’alba dai Carabinieri. I militari dell’Arma del reparto anticrimine, nel corso di un’indagine coordinata dal pubblico ministero Manuela Pedrotta, hanno scoperto e sventato il diabolico piano dei quattro. I giovani, secondo quanto riportato dall’agenzia AdnKronos, stavano progettando l’uccisione di due rivali in amore, uno dei quali era stato già vittima di un tentativo di avvelenamento fallito lo scorso novembre. L’assassinio, secondo quanto ricostruito dagli investigatori che si sono occupati del caso, avrebbe dovuto avere luogo attraverso l’utilizzo della ricina. Il potente veleno è una citotossina naturale, estratta dai semi del ricino, che era stato ritrovato anche nei laboratori chimici sotterranei di Baghdad dopo la destituzione di Saddam Hussein ed è stato reso famoso dalla celebre serie tv Breaking Bad.

Volevano uccidere il rivale in amore con la ricina come in una serie tv

I carabinieri del reparto anticrimine di Torino hanno ammanettato all’alba quattro ragazzi tra i 20 ed i 24 anni accusati di aver progettato un piano per uccidere i rivali in amore di due di loro, dopo aver fallito un primo tentativo lo scorso novembre. Dalle indagini dei militari dell’Arma, coordinate dal pubblico ministero Manuela Pedrotta, è emerso che i quattro giovani, vicini all’ambiente di estrema destra e frequentatori di Casapound, lo scorso novembre avrebbero provato, infatti, ad uccidere un ragazzo “colpevole” di essersi fidanzato con l’ex di uno di loro, avvelenandolo con la ricina. Quest’ultima è una citotossina naturale estratta dai semi del ricino ed è diventata celebre per il suo utilizzo da parte del protagonista della serie tv di Breaking Bad. Fortunatamente, come riporta  AdnKronos, il tentativo non è andato in porto dato che la sostanza versata in un cocktail non si è sciolto e la vittima  se l’è cavata con qualche dolore di stomaco. I quattro in un garage avevano messo a punto un nuovo tentativo che questa volta avrebbe coinvolto un ragazzino di 11 anni parente di uno degli arrestati. Inoltre, i quattro avevano acquistato il materiale per costruire una pistola con una stampante 3D. Il tutto è stato sventato dall’arrivo dei Ros (Raggruppamento operativo speciale) dei carabinieri che hanno ammanettato i quattro con l’accusa di produzione e detenzione di aggressivo chimico, tentato omicidio aggravato e continuato, tentata fabbricazione di arma da fuoco clandestina. Gli inquirenti hanno già chiarito che alla base del piano non ci sono moventi politici, ma passionali.