(foto dal web)

Dire che Smart non si è esibita negli ultimi anni sarebbe un eufemismo, dato che il marchio delle city car non è mai stato all’altezza delle aspettative della casa madre. Tuttavia, Daimler è disposta a dare al marchio un’altra spinta, collaborando con il proprietario di Lotus e Volvo Geely per trasformare Smart in un marchio puramente elettrico. Annunciato oggi, l’accordo tra Daimler e Geely rappresenta una joint venture 50:50 in Cina, dove verrà costruito un nuovo stabilimento per la produzione di modelli a emissioni zero.

Queste future auto saranno progettate da Mercedes e motorizzate da Geely, con i primi modelli che arriveranno sul mercato globale a partire dal 2022. È interessante notare che, a parte l’abbandono totale dei motori a combustione, il marchio Smart si espanderà nel segmento B, il che significa che il prossimo decennio ci porterà le vetture subcompatte di un marchio noto esclusivamente per le sue auto del segmento A.

Nel frattempo, l’attuale generazione di EQ ForTwo rimarrà in produzione nello stabilimento di Hambach in Francia, proprio come il più grande EQ ForFour che verrà costruito nello stabilimento di Novo Mesto in Slovenia. Come promemoria, le attuali Smart sono costruite su una piattaforma condivisa con Renault e utilizzate per la Twingo – l’adorabile city car francese a quattro porte, anch’essa assemblata nello stabilimento di Novo Mesto. Il modello è stato recentemente ristrutturato in Europa.

Come nota a margine, Daimler annuncia un importante investimento nel suddetto stabilimento di Hambach, spendendo 500 milioni di euro per produrre una nuova vettura elettrica compatta come parte del nuovo sottomarchio EQ Mercedes.