Jaguar Land Rover: al via il progetto uccidi-batteri in auto

0
61
(websource)

Le auto, le conosciamo tutti. Macchine con ruote che spostano le cose da un luogo all’altro. Tuttavia, Jaguar Land Rover pensa che le auto possano anche combattere le malattie.

La più grande casa automobilistica britannica ha lavorato su una tecnologia che potrebbe aiutare a fermare la diffusione del raffreddore e dell’influenza. Utilizza l’innovativa tecnologia a luce ultravioletta (UV-C), utilizzata nell’industria medica da oltre 70 anni per disinfettare l’acqua, filtrare l’aria e sterilizzare le superfici.

Jaguar Land Rover vuole integrarlo nelle sue auto per impedire che batteri e virus dannosi, noti come agenti patogeni, possano sopravvivere in auto. Il sistema Jaguar Land Rover espone gli agenti patogeni ai raggi UV-C all’interno dell’impianto di climatizzazione che consente di inviare aria pulita all’interno dell’abitacolo.

L’automobilista medio trascorre fino a 300 ore all’anno al volante“, ha detto il dottor Steve Iley, Chief Medical Officer di Jaguar Land Rover. “C’è una chiara opportunità di utilizzare meglio le auto per la somministrazione di assistenza sanitaria preventiva.

L’implementazione di misure di benessere individuale come parte della nostra ricerca “Tranquil sanctuary” promette non solo di migliorare la qualità della vita dei nostri clienti, ma, in questo caso, offre chiari vantaggi nel ridurre la diffusione di agenti patogeni, proteggendo l’intera popolazione dalla minaccia di malattie, in particolare quando ci muoviamo verso soluzioni di mobilità condivisa.

Jaguar Land Rover ha già iniziato a lavorare sulla tecnologia di neutralizzazione degli agenti patogeni nella sua ultima generazione di sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria.

L’attuale sistema di climatizzazione a quattro zone e di ionizzazione dell’aria della cabina utilizza l’alta tensione per creare miliardi di miliardi di nanoparticelle (ioni) con carica negativa rivestite di molecole d’acqua. Disattivano gli agenti patogeni, formando particelle più grandi che vengono rimosse dall’aria mentre vengono riportate nel filtro. Gli ioni agiscono anche sulle molecole odorifere e sugli allergeni in modo simile.

Nei mesi più freddi le infezioni si diffondono più facilmente, è rassicurante sapere che, almeno in auto, si può essere certi che gli agenti patogeni nocivi vengano neutralizzati”, ha aggiunto il dottor Iley.

Jaguar Land Rover sottolinea che recenti studi medici suggeriscono che l’uso di UV-C potrebbe ridurre la trasmissione di quattro grandi insetti di ben il 30%.

L’esperto di immunologia, il Dr. Hellmut Münch, CEO della Medical Enzyme Research Association, ha dichiarato: “L’aumento di super insetti e allergeni è una delle maggiori minacce che affrontiamo oggi come specie. L’investimento nell’immunologia è vitale per garantire che il nostro sistema immunitario sia all’avanguardia nella lotta contro i microrganismi, che si stanno evolvendo molto più rapidamente di quanto i farmaci tradizionali possano tenere il passo con i farmaci tradizionali. È importante continuare a studiare in modo innovativo come adattare il nostro ambiente per aiutare a prevenire la diffusione degli agenti patogeni più dannosi – ecco perché questa ricerca è di fondamentale importanza“.