Fabrizio Corona provoca i giudici: “Grazie per avermi arrestato”

fabrizio corona arresto
Fabrizio Corona (foto dal web) 

Fabrizio Corona, dal carcere di San Vittore, torna a parlare e lo fa provocando i giudici che lo hanno rimesso dentro

Ha fatto molto discutere il ritorno in carcere di Fabrizio Corona. L’ex re dei paparazzi, la scorsa settimana, è tornato nuovamente a San Vittore, vedendo interrotto l’affidamento terapeutico. A Corona era stato concesso di restare fuori dal carcere per curarsi dalla sua tossicodipendenza. A patto però di rispettare delle restrizioni. Ma Corona più volte ha trasgredito alle regole e ciò ha portato al nuovo arresto.

Su Edicola Nazionale, in un video, il legale di Corona ha raccontato di averlo incontrato. Le parole del 44enne sarebbero state: “Non voglio esprimermi… avevo bisogno di uno stop, avevo bisogno di fermarmi”. Frasi che fanno capire come Corona sapesse che, viste le sue intemperanze in televisione e la mancata osservanza delle regole del regime di affidamento – più volte ha lasciato la Lombardia e in orari notturni, cosa non permessa – l’arresto era soltanto questione di tempo. Il legale, in sua difesa, ha affermato: “Non è che lo fa perché è cattivo o un delinquente. Non ha commesso delitti, non è andato in giro a sparare. Lui si sforza di migliorare ma è dovuto alla sua natura. Fabrizio non è un criminale e in carcere non ci deve stare. È pericoloso solo per sé”.