duplice omicidio
Carabinieri al lavoro per risolvere il caso del duplice omicidio: fermato un sospettato (foto dal web)

Dopo l’episodio del duplice omicidio accaduto ieri nel Beneventano, i carabinieri hanno fermato un uomo scoprendo il possibile movente di quanto successo.

È stato fermato il presunto autore del duplice omicidio avvenuto ieri a Durazzano, in provincia di Benevento. Si chiama Francesco D’Angelo e ha 52 anni. L’uomo è originario del centro sannita e nel pomeriggio di domenica 31 marzo avrebbe sparato a due persone uccidendole sul colpo. Le vittime sono Mario Morgillo, 68 anni, ed Andrea Romano, di 49 anni e genero del primo. I carabinieri di stanza a Montesarchio e del Nucleo investigavito del Reparto Operativo di Benevento hanno fermato D’Angelo sottoponendolo ad interrogatorio. L’imputato si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti è attesa la convalida del fermo da parte del Tribunale di Benevento. Intanto le forze dell’ordine hanno ricostruito la dinamica dei fatti.

LEGGI ANCHE –> Bambina uccisa dal patrigno, poi lui gioca ai videogames con la mamma – FOTO

Duplice omicidio, questo il possibile movente

Morgillo e Romano sono legati da un vincolo di parentela ad un pregiudicato di 31 anni di Caserta. Quest’ultimo si trovava a Durazzano su disposizione dell’autorità giudiziaria, che gli aveva interdetto la presenza nella provincia di Caserta. Alla base di tutto ci sarebbe una discussione nata da un anno tra il presunto assassino ed il 31enne e che si trascinava con dei pesanti strascichi, a causa di un incidente stradale avvenuto ad inizio 2018. Per gli inquirenti, questa situazione sarebbe legata a quanto accaduto ieri. I dissapori si sarebbero estesi anche ai due uomini uccisi, ed erano finiti con il complicarsi al punto da spingere l’autore di questo duplice omicidio ad impugnare un’arma da fuoco ed a sparare in maniera indiscriminata in pieno centro abitato.

LEGGI ANCHE –> Tragedia famigliare, un’altra donna uccisa dall’ex marito