MotoGP, Crutchlow: “Penalità ridicola”. Dorna risponde con un video

0
320
Crutchlow Cal MotoGP Argentina 2019
Cal Crutchlow (©Getty Images)

MotoGP, Argentina 2019: Crutchlow polemico dopo la gara a Termas de Rio Hondo.

Cal Crutchlow non è affatto soddisfatto dell’epilogo del suo Gran Premio d’Argentina 2019. Dopo aver mostrato tempi interessanti tra prove libere e qualifiche, il pilota britannico sembrava poter fare una buona gara. Ma le cose sono andate diversamente.

Ad inizio corsa, mentre era nel gruppetto che poi si sarebbe conteso le posizioni dietro Marc Marquez, gli è stato segnalato un ride through. Il centauro del team LCR Honda di Lucio Cecchinello è stato punito per un jump start, ovvero una partenza anticipata. Ovviamente tale sanzione ha compromesso la sua gara, conclusa con un deludente tredicesimo posto.

MotoGP Argentina, Crutchlow contro Spencer: Dorna replica con un video

Crutchlow nel post-gara ha mostrato la propria rabbia per la penalizzazione subita, secondo lui assolutamente ingiusta. Si è scagliato contro la Race Direction: «Non ho fatto nulla di sbagliato – riporta Crash.net -. Non ho liberato la frizione, possiamo dimostrare che era completamente nella barra. Il mio problema con la Race Direction è che non credo che avrebbero concesso questa penalità a Marc, Vale, Dovi o qualcuno del genere. Questa è la verità. È tutto assolutamente ridicolo».

Cal ritiene che un pilota dal nome più importante del suo non sarebbe stato sanzionato. Resta convinto che vi sia disparità di giudizio e attacca frontalmente Freddie Spencer, presidente del Comitato direttivo FIM MotoGP: «Ho il massimo rispetto per quello che ha fatto come pilota, ma serve qualcuno che capisca di corse. Quando sono andato da lui, non mi ha detto una parola. Alla prossimo incontro della Safety Commission, quando mostreremo il video, gli altri rider rideranno e perderanno anche il rispetto per lui».

In queste ore sui canali ufficiali della MotoGP è arrivata anche la risposta alle accuse di Crutchlow. È stato pubblicato un video con inquadratura laterale dove viene mostrato il movimento del pilota sulla griglia di partenza. Inoltre viene ricordato l’articolo 1.18 sezione 14, nel quale viene spiegato che ogni pilota che anticipa la partenza viene penalizzato con un ride through. Tutte le moto devono rimanere ferme fino a quando non si spengono le luci rosse dei semafori. Poi ovviamente tocca anche ai commissari valutare nei casi particolari se vi è stato un effettivo vantaggio.

Sicuramente nell’episodio che riguarda Cal del minimo movimento c’è stato prima dello spegnimento delle luci rosse. Il diretto interessato dice che non ha preso alcun vantaggio e che penalizzarlo è stato ridicolo. Bisogna dire che non essendo stato qualcosa di molto evidente, il ride through è una sanzione certamente esagerata. Probabilmente va un po’ rivisto il sistema delle penalità, perché il ride through inevitabilmente ti danneggia completamente la gara facendo perdere almeno 20 secondi. Ci sono casi nei quali questo tipo di pena è esagerato. Si potrebbero trovare alternative più leggere per punire i piloti.

Matteo Bellan