Sembra una scena dell’orrore: la macabra scoperta nella notte

0
1221
Polizia Scientifica
Polizia Scientifica (Getty Images)

Ieri sera i Vigili del Fuoco di Milano, allertati da una telefonata si sono recati nei pressi di Via Cascina dei Prati, nella zona nord del capoluogo lombardo. I pompieri, giunti sul luogo, non si sono trovati dinnanzi ad un consueto incendio, ma ad una macabra scena del crimine.

È accaduto a Milano, precisamente in una zona a Nord del capoluogo lombardo, Bovisasca. I Vigili del Fuoco allertati da una telefonata, si sono recati in via Cascina dei Prati dove era stata segnalata la presenza di un incendio di modesta entità in prossimità di un cassonetto della spazzatura. Giunti sul posto, però, i pompieri si sono ritrovati inaspettatamente dinnanzi ad una scena dell’orrore, rinvenendo il corpo di una donna decapitato e carbonizzato.

Il cassonetto dell’orrore: all’interno un corpo mutilato e carbonizzato

Non era un semplice incendio, ma forse il modo per occultare un crimine efferato. I vigili del fuoco, giunti in Via Cascina dei Prati, hanno rinvenuto all’interno di un cassonetto dato alle fiamme un corpo decapitato e mutilato. Secondo le prime informazioni il cadavere era decapitato e privo di gambe e braccia: probabilmente si tratta di una donna. I pompieri a seguito della macabra scoperta hanno allertato immediatamente la Polizia, la quale accorsa sul luogo ha avviato le indagini sull’accaduto. In via Cascina dei Prati sono arrivati anche gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale della Scientifica per cercare di identificare il corpo, comprendere le dinamiche dell’efferato omicidio e risalire al colpevole.

Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, il possibile autore del reato potrebbe essere un uomo che dopo aver commesso l’omicidio potrebbe aver cercato di rendere la vittima irriconoscibile. Al momento sarebbe solo questa la pista seguita dagli inquirenti, ma nessun altra ipotesi viene esclusa. Prima però di rintracciare il responsabile, è necessario identificare la vittima, per poter scoprire le sue frequentazioni ed i suoi legami familiari. Il medico legale incaricato dovrà invece scoprire le cause esatte del decesso e l’orario in cui sarebbe morta la vittima. Purtroppo le condizioni in cui è stato rinvenuto il corpo, ossia decapitato, mutilato e carbonizzato, renderanno il compito arduo.

Leggi anche —> Terribile incidente in serata, è una tragedia