Marc Marquez sfida Dovi: “Facile essere veloci sul giro”

0
450
Marc Marquez in Argentina
Getty Images

MotoGP Argentina, Marc Marquez sfida Dovi: “Facile essere veloci sul giro”

Marc Marquez ottavo al termine delle FP2 del GP d’Argentina, ma non c’è nulla di cui preoccuparsi. Il campione della Honda non ha cercato il time attack, né ha montato gomme nuove. Nonostante tutto è a soli tre decimi dal best lap di Andrea Dovizioso, lasciando intravedere un’altra sfida corpo a corpo anche qui a Termas.

Il Cabroncito è stato l’uomo più veloce a Termas de Rio Hondo in termini di puro ritmo. Nella seconda sessione di prove libere Marquez ha guidato l’intera sessione con la gomma morbida posteriore. “È facile essere veloci in un giro. La difficoltà è di essere coerenti per tutta la gara. È una gara molto lunga che mette a dura prova le gomme. Questo è esattamente ciò su cui stiamo lavorando”. E apparentemente con successo, perché nel longrun il campione del mondo era il più forte del venerdì. “Mi sentivo bene e forte qui in pista fin dall’inizio e sono stato in grado di guidare le mie linee. Se si guarda al ritmo puro, sembra che sia il più veloce”.

In condizioni di grip difficili, come hanno prevalso il venerdì a Termas, il pilota Honda si sente a suo agio e spesso riesce a fare meglio della concorrenza. La prima sessione di allenamento al mattino, ha quindi dominato in modo significativo. Ma Marquez sottolinea: “Penso che aumenterà il livello di aderenza della pista. Al momento, tutte le gomme funzionano bene”, ha dichiarato venerdì a Termas. “Al momento sto bene con le gomme, ma al mattino la sensazione era diversa rispetto al pomeriggio. Penso che sabato il grip sarà migliore e saremo più veloci. Poi le gomme funzioneranno in modo diverso”.