Striscia la Notizia, siluri ad Ornella Vanoni: “È irrecuperabile”

0
107
striscia la notizia ornella vanoni
Striscia la Notizia mette Ornella Vanoni nel mirino

Nell’ultima puntata di ‘Domenica In’, Mara Venier ha ospitato Ornella Vanoni. E ‘Striscia la Notizia’ ne ha approfittato per la sua ‘I Nuovi Mostri’.

‘Striscia la Notizia’ ha ‘approfittato della presenza di Ornella Vanoni a ‘Domenica In’. Lo scorso 24 marzo la trasmissione di Rai 1 ha accolto tra i suoi ospiti la famosissima cantante milanese cinque giorni. E quest’ultima ha stupito tutti. Nel salotto di Mara Venier si era finito col parlare di cose assai intime e di segreti. L’artista lombarda lo ha fatto con una leggerezza che di certo non è tipica a tanti altri che si trovano a vestire i panni dell’intervistato. Ma la Vanoni è sempre stata così, vulcanica e senza freni. Tra gli argomenti trattati, molta curiosità l’hanno suscitata le sue avventure amorose di gioventù. Anche quelle mancate. “Con Franco Califano sarebbe potuto essere e non è stato. Non siamo mai finiti a letto insieme”. Mara Venier le domanda se le sarebbe piaciuto, ed Ornella Vanoni risponde: “Ma che domanda è?”. Lasciando capire in maniera chiara che l’avrebbe trovata molto bella come cosa.

LEGGI ANCHE –> Domenica In, Anna Tatangelo: “Gigi mi stava antipatico, poi…”

Ornella Vanoni, c’è spazio anche per cose più serie

E ‘Striscia la Notizia’ ha colto queste parole per metterla in cima alla classifica della irriverente rubrica ‘I Nuovi Mostri’. Ficarra e Picone dicono: “Lei e Mara Venier dovevano parlare di sentimenti e ne è uscito fuori un bordello”. Ma Ornella Vanoni ha parlato anche di tematiche più seriose. Come ad esempio della depressione che ha afflitto l’artista. “In realtà c’è ancora. È un malattia, uno stato d’animo o quello che volete. Ed è terribile, perché chi ti vede non si accorge di quello che senti veramente. Io sono sempre stata una persona a metà tra la risata e la depressione, e me lo dice anche il mio psicologo. Sostiene che io sia borderline, e se ci ricasco solo i farmaci possono salvarmi. Invecchiare non è male: ora sono molto più felice di quando ero giovane. Questo perché quando si invecchia si diventa come i bambini e si riesce a dire quello che pensi veramente”.