Ambulanza
Ambulanza (foto dal web)

A Gubbio, una donna di 76 anni ha accoltellato il marito uccidendolo poi ha chiamato i carabinieri per confessare il delitto. Probabilmente il movente è da ricondurre alle liti in famiglia e l’atteggiamento dell’uomo.

Una donna di 76 anni ha ucciso il marito in casa con diverse coltellate. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, la 76enne esasperata dalle liti in famiglia e dall’atteggiamento vessatorio e violento del marito ha impugnato un coltello da cucina e lo ha raggiunto in camera da letto e lì lo ha ucciso. L’assassinio è avvenuto in un appartamento sito in via Cristini, in pieno centro storico a Gubbio, dove la coppia di coniugi viveva da anni. Secondo quanto riportato dalla redazione de La Nazione, la donna dopo essersi lavata dal sangue ed aver ripulito l’arma del delitto avrebbe chiamato i carabinieri dicendo di aver ammazzato il marito. Quando i militari dell’Arma sono arrivati sul luogo, la 76enne, era sotto choc ed è stata accompagnata in caserma per essere interrogata.

Moglie di 76 anni uccide il marito in casa con diverse coltellate

Un’ex dipendente delle Poste di Gubbio, Maria Grazia Fioriti di 76 anni, ha ucciso il marito con diverse coltellate nell’appartamento in cui i due vivevano da anni. Probabilmente il movente è da ricondurre all’esasperazione della donna a causa delle liti e dell’atteggiamento vessatorio e violento dell’uomo, Enzo Angeloni Bei, 79 anni appaltatore in pensione nel settore edile. L’uomo a causa di una patologia polmonare era costretto ad utilizzare l’ossigeno per la respirazione. Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, la Fioriti intorno alle 16 avrebbe impugnato un coltello da cucina e dopo aver raggiunto in camera da letto il marito lo ha colpito ripetutamente al torace. La donna, secondo quanto riportato dalla redazione de La Nazione, si sarebbe poi pulita dal sangue, lavato il coltello e contattato i carabinieri confessando il delitto. La 76enne è stata accompagnata in caserma per essere interrogata insieme al figlio Piergiorgio, che non abita nella casa dei genitori. I militari dell’Arma con la collaborazione della Sezione indagini scientifiche stanno indagando per ricostruire la dinamica esatta dell’accaduto. L’autorità giudiziaria ha già disposto l’autopsia sul corpo della vittima.

Leggi anche —> Condannato tronista di Uomini e Donne: le gravissime accuse – VIDEO