Marc Marquez e Valentino Rossi duellano al Gran Premio d'Argentina 2015 di MotoGP (Foto Red Bull)
Marc Marquez e Valentino Rossi duellano al Gran Premio d’Argentina 2015 di MotoGP (Foto Red Bull)

MotoGP | Valentino Rossi e Marc Marquez ritornano sul luogo del delitto

Valentino Rossi contro Marc Marquez. Una delle rivalità più accese e discusse della MotoGP vide la luce qui, al Gran Premio d’Argentina. Riavvolgiamo il nastro al 2015: ma alla primavera, ovvero mesi e mesi prima di quel convulso epilogo iridato con l’arretramento del Dottore in griglia di partenza e le accuse di “biscotto” tra il Cabroncito e il connazionale Jorge Lorenzo. Tutto ebbe inizio proprio a Termas de Rio Hondo, scenario del primo vero incontro ravvicinato tra i duellanti. E furono subito scintille.

Al suo arrivo in MotoGP, in realtà, Marquez aveva improntato il rapporto con Rossi all’insegna del rispetto e della stima reciproci. Marc definì Vale il mito sportivo della sua infanzia, e il vecchio leone gli rispose incoronandolo suo “erede”. Finché i due non si ritrovarono a duellare alla pari in pista, e a quel punto la simpatia si trasformò inevitabilmente in una rivalità senza esclusione di colpi. La prima volta, appunto, fu quattro anni fa, sulla pista delle pampas. Il Gran Premio d’Argentina era il terzo in calendario, e fino a quel momento Rossi e Marquez si erano spartiti equamente le prime due vittorie: l’italiano aveva trionfato in Qatar, portandosi in testa al campionato; lo spagnolo gli aveva risposto ad Austin.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La prima stoccata nel 2015

Pronti, via: e a Termas de Rio Hondo il pilota della Honda va subito in fuga, ma il suo avversario della Yamaha rimonta presto fino a portarsi nei suoi tubi di scarico. Il numero 46 tenta il sorpasso, il 93 resiste fino a che le due moto arrivano al contatto: ma è il catalano ad avere la peggio, mentre il pesarese trionfa festeggiando sul podio la maglia di Maradona. Alla vigilia della gara di Sepang, dove sei mesi dopo avrebbe avuto luogo l’aggressivo corpo a corpo costato la penalizzazione decisiva a Valentino Rossi, proprio il nove volte iridato avrebbe indicato in quell’episodio argentino l’origine dell’irritazione di Marquez nei suoi confronti: “Marc ce l’ha con me per l’Argentina, è convinto che l’abbia tirato giù apposta”.

La rivincita del 2018

Passano tre anni, e i due grandi attori protagonisti della MotoGP concedono il bis, sempre sullo stesso palcoscenico. Nel Gran Premio d’Argentina 2018 stavolta è Marquez ad essere costretto a rimontare, per via di un ride through inflittogli per essere partito regolarmente dalla sua piazzola in griglia nonostante la sua Honda si fosse spenta (come, del resto, gli aveva indicato un commissario disattento). Lo spagnolo riesce a riportarsi sotto all’italiano e azzarda l’attacco, che però si rivela un po’ troppo aggressivo: risultato, Rossi viene spinto sull’erba bagnata e cade. Marquez viene penalizzato di trenta secondi e, dopo la gara, si dirige verso il box Yamaha per scusarsi con Vale, ma ad accoglierlo è il migliore amico Alessio “Uccio” Salucci, che gli impedisce l’ingresso. “Marquez distrugge il nostro sport, ho paura di correre con lui”, commenterà il fenomeno di Tavullia. Insomma, tra duelli, sorpassi, scontri e tensioni, la tappa sudamericana del Motomondiale non ha mai risparmiato colpi di scena tra i due nemici pubblici numeri uno. Quest’anno Marc Marquez si presenta al via con una Honda in forma, e sulla carta adattissima al circuito di Termas de Rio Hondo. Valentino Rossi, al contrario, è a secco di successi da ben 644 giorni e con la sua Yamaha ha urgente bisogno di una riscossa. Ma, trattandosi del GP d’Argentina, non di uno come gli altri, chissà come potrà andare a finire.

Fabrizio Corgnati

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore