La terra torna a tremare: sopralluoghi tecnici e scuole chiuse – VIDEO

0
174

Nelle Marche, stamane sono state avvertite due nuove scosse di terremoto di magnitudo 3.1 e 3.6 dopo quelle di ieri sera. Non si segnalano danni a cose o persone, in via precauzionale sono state sospese le lezioni scolastiche in due comuni nella provincia di Ascoli Piceno.

Nuove scosse di terremoto si sono registrate nel centro Italia stamane dopo quelle avvertite durante la serata di ieri. Intorno alle 10:20 di stamane e mezz’ora più tardi altre due scosse hanno allarmato la popolazione delle Marche dopo quelle di ieri delle 21:59 e delle 23. I sismografi hanno segnalato l’intensità dei terremoti di magnitudo 3.1 e 3.6 avvertite dalla popolazione. L’epicentro è stato localizzato, come già accaduto ieri, in mare tra Pedaso e Cupramarittima, ad una profondità  di 11 chilometri. Sospese le lezioni scolastiche in via precauzionale nei comuni di Grottammare e Cupra Marittima (Ascoli Piceno)

Trema il centro Italia: avvertite altre due scosse di terremoto nelle Marche

Stamane il centro Italia è stato colpito da due nuove scosse di terremoto, dopo quelle registrate nel corso della serata di ieri. Le due scosse, di magnitudo  3.1 e 3.6, sono state avvertite distintamente dalla popolazione, la prima alle 10:22 e la seconda circa mezz’ora più tardi, alle 10:55. I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica hanno localizzato l’epicentro dei due fenomeni in mare tra Pedaso e Cupra Marittima, ad una profondità di circa 11 chilometri, molto vicino all’epicentro delle due scosse di ieri sera di magnitudo 3.1. L’intensità, nonostante le scosse siano state avvertite dalla popolazione, non è particolarmente alta e non ha provocato danni a cose o persone come riportato dalla stampa locale. In via precauzionale le amministrazioni dei comuni di Grottammare e Cupra Marittima, provincia di Ascoli Piceno, hanno deciso di sospendere le lezioni scolastiche per i bambini che sono rientrati nelle proprie case accompagnati da alcuni scuolabus messi a disposizione dai comuni.  Il provvedimento è stato preso per permettere ai tecnici di effettuare i sopralluoghi sugli immobili di proprietà comunale. La sospensione è prevista per la giornata odierna, quella di domani 29 marzo con possibilità di estensione anche alla giornata di sabato.

Leggi anche —> Il mondo dello spettacolo piange la scomparsa del fotografo Bruno Oliviero