Schumacher omaggiato a Goodwood. La manager: “Un onore”

0
119
Rubens Barrichello, Jean Todt e Michael Schumacher (©Getty Images)

F1 |  Schumacher omaggiato a Goodwood. La manager: “Un onore”

Continuano le celebrazioni per i 50 anni di Michael Schumacher e i 25 dal suo primo titolo mondiale conquistato nel 1994 con i colori Benetton- Ford. In queste ore il prestigioso Festival di Goodwood ha reso noto che nella prossima edizione prevista dal 4 al 7 luglio verranno organizzati diversi eventi in onore del grande campione di Kerpen.

La manifestazione 2019 porterà il titolo di “I re della velocità. Quelli che hanno infranto i record nel motorsport” e vedrà una vasta esposizione di auto guidate dal tedesco. Dalle vetture endurance a quelle da turismo da lui calcate a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Quindi, ovviamente le monoposto, da quelle delle formule minori, fino alla massima serie.

Oltre alle macchine, presenti anche due dei colleghi che più hanno battagliato con lui durante il periodo trascorso nel Circus, ovvero Damon Hill (campione 1996) e Mika Hakkinen (campione 1998 e 1999), che si esibiranno al volante di due F1, al momento non ancora svelate.

Felice e compiaciuta per l’iniziativa britannica, la manager di Schumi Sabine Kehm, che ha così salutato la notizia. “Siamo onorati che il “Festival della Velocità di Goodwood” abbia deciso di omaggiare la carriera di Michael nell’anno del suo 50° compleanno e dei 25 dal su primo sigillo mondiale“, le parole di colei che è stata designata dalla famiglia del 7 volte iridato di interfacciarsi con i media dopo il tragico incidente di Meribel del 29 dicembre 2013.

E’ stata un’ottima scelta visto anche che l’evento sarà dedicato a chi ha battuto dei record e molti dei suoi oggi non sono stati ancora superati. Speriamo che il pubblico possa apprezzare l’assortimento di vetture che verranno esposte, così come la presenza di amici, rivali in pista e membri dei team in cui ha corso. Ci teniamo a ringraziare il Duca di Richmond e tutta la squadra di lavoro di Goodwood per questo bell’omaggio“, ha concluso la portavoce.

Chiara Rainis