Andrea Dovizioso
Getty Images

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Mai preoccupato per la vittoria in Qatar”

Andrea Dovizioso ha dichiarato di non essere stato mai preoccupato per l’eventuale decisione della Corte d’Appello sul caso spoiler. La vittoria in Qatar è rimasta congelata fino a martedì scorso quando è arrivata la sentenza, ma quasi mai sembra essere stata messa in dubbio. Molti esperti ritengono che Ducati non abbia avuto una moto così potente negli ultimi dodici anni (vincendo il titolo con Stoner) come questa stagione.

Il leader del Mondiale come ha vissuto l’attesa della sentenza? “Non è stato un brutto momento per me. Non ero preoccupato per i punti. Nel peggiore dei casi, non avremmo dovuto usare questa vela in futuro. Abbiamo montato questo “dispositivo” nel warm-up, non avevamo molti dati su di esso. Certo, se usiamo qualcosa del genere, ha cause interessanti. Ma la vittoria è stata una vittoria meritata. Abbiamo gestito un weekend davvero buono in Qatar. Mi sono sentito molto bene dopo aver mostrato una buona prestazione in gara. Ero felice perché avevo un buon feeling con la mia moto per tre giorni. La gara è stata strana e piuttosto lenta. Ho scelto questa strategia perché l’ho trovata utile. Ne è valsa la pena”.

Ma Andrea Dovizioso, che in Argentina non ha mai brillato, rimane cauto con le sue previsioni. “L’anno scorso, ho avuto un sacco di problemi qui a Las Termas, questo fine settimana ho maggiori aspettative”, dice il pilota della Ducati. “Ma è una traccia strana. Dobbiamo vedere in quali condizioni la pista si presenta domani. L’allenamento del venerdì è solitamente noioso perché la pista è spesso sporca, quindi c’è solo una traiettoria, le gomme e l’assetto a volte ci preoccupano”.

Al momento non è il caso di fare previsioni in ottica campionato. “Per ora è difficile valutare come sarà la Coppa del Mondo 2019. Molti concorrenti sono molto forti, tutto può succedere. L’Argentina non rifletterà la realtà di questa stagione. Ma mi aspetto che Suzuki e Honda saranno molto potenti qui, anche la Yamaha non dovrebbe essere sottovalutata. Non sarà facile ottenere un buon risultato qui. Ma faremo tutto il possibile – ha concluso Andrea Dovizioso – per raccogliere un massimo di punti”.