BMW potrebbe rilevare la fabbrica Honda a Swindon

0
167
(websource)

BMW pare che stia cercando di trasferire più produzione di auto nel Regno Unito alla luce del boom della domanda di SUV X1, tra gli altri modelli – e sta considerando l’acquisizione dello stabilimento Honda di Swindon.

La fabbrica Honda chiuderà nel 2021 quando la produzione della Civic finirà, ma le fonti fanno intendere che BMW ha in progetto di acquisire il sito dopo quella data. Fonti BMW hanno rifiutato di commentare.

Ci sono una serie di ragioni per cui si dice che BMW stia esaminando attentamente l’espansione della sua attività nel Regno Unito, compreso il sistema di produzione altamente integrato già in atto lì.

BMW costruisce la Mini, basati sulla piattaforma UKL1 con motore trasversale, a Oxford, utilizzando motori del suo stabilimento di Hams Hall vicino a Birmingham e pannelli della carrozzeria del suo stabilimento di pressatura vicino a Swindon.

Attualmente, BMW affida la produzione della Mini anche alla fabbrica olandese VDL Nedcar. Lo scorso anno, VDL ha dichiarato che la produzione è passata da 169.000 vetture nel 2017 a oltre 200.000, grazie al lancio della nuova BMW X1, basata sulla stessa architettura della famiglia Mini.

La domanda di X1 è molto alta, rappresentando più del 13% di tutte le vendite globali BMW.

Un altro indizio che BMW si appresta a riassegnare la produzione britannica appare sul sito web dell’azienda VDL, dove si aspetta un minor numero di ordini da BMW l’anno prossimo e, forse, negli anni successivi. L’azienda ha ridotto la sua forza lavoro flessibile di oltre 1000 dipendenti.

BMW ha anche ottenuto il permesso per l’ampliamento del suo stabilimento di pressatura di Swindon.

Gli addetti ai lavori BMW rimangono in silenzio, ammettendo solo che alla Mini Oxford si sta valutando “una certa riorganizzazione“.

Con BMW che l’anno scorso ha venduto circa 687.000 vetture basate su UKL1 – costituite da Serie 1, Serie 2, Mini, X1 e X2 – basare gran parte di tutto questo in un unico luogo avrebbe un enorme senso finanziario, oltre a ridurre la lunghezza delle linee di fornitura dopo il ritiro.